Edilizia popolare. Sannicandro su Abbaticchio: 'Tempo di allettanti promesse'

di La Redazione
Politica, Elezioni Amministrative 2017
01 giugno 2017

Edilizia popolare. Sannicandro su Abbaticchio: 'Tempo di allettanti promesse'

Il candidato attacca il Sindaco per il sopralluogo in via Nenni con Arca: 'Bassa strumentalizzazione dei meno fortunati'

Evidentemente in preda al terrore per la perdita di consenso in vista delle elezioni, il Sindaco uscente ne inventa ogni giorno una. Finite le inaugurazioni a tappeto, è ora il momento delle allettanti promesse, con il sopralluogo organizzato in via Nenni per promuovere, sotto i riflettori della stampa, la costruzione, nei prossimi anni, di case popolari delle quali sinora nulla si è mai saputo”. La coalizione di centrosinistra a sostegno di Emanuele Sannicandro lancia così il j’accuse contro Michele Abbaticchio, che ha visitato nei giorni scorsi l’area in via Pietro Nenni che sarà destinata ai nuovi alloggi di edilizia popolare. 

“Il candidato sindaco scopre solo oggi i disagi delle periferie, che per i cinque lunghi anni da primo cittadino ha bellamente ignorato - scrivono Governare il Futuro, Insieme per la città, Laboratorio, Partito Democratico, Partito Socialista e Sinistra Italiana - Come mai soltanto a meno di 15 giorni dalle elezioni il sindaco uscente si ricorda di andare a verificare lo stato dei luoghi, col presidente dell'ARCA, ex IACP? La sua solerzia è sospetta; dove ha rivolto il suo sguardo finora?”.

La coalizione Sannicandro lamenta la presunta disattenzione del Sindaco nei confronti della zona (“Per un quinquennio Abbaticchio non ha visto i ratti, la sporcizia, i materiali di ogni genere abbandonati, le erbacce. Eppure erano e sono sotto gli occhi di tutti”), e una certa negligenza nel percorso amministrativo che ha portato all’accordo con ARCA PUGLIA, “per non dire della sua inerzia amministrativa, che ha fatto perdere a Bitonto 14 alloggi popolari (ex IACP). Quella trascuratezza costa cara a 14 famiglie bisognose, che avrebbero potuto finalmente avere un alloggio decoroso” (in realtà Abbaticchio ha spiegato in uno dei recenti Consigli Comunali che i fondi destinati al progetto sono gli stessi sbloccati anni fa, ma l’aumento dei costi ha fatto sì che il programma venisse rimodulato sulla base di soltanto 14 alloggi - rispetto ai 28 iniziali).

“C'è da pensare che finché sono stati dei semplici cittadini, i residenti dei quartieri di periferia non gli sembrassero interessati. Lo sono diventati adesso che sono ‘elettori’. Resta una bassa strumentalizzazione di bravi concittadini meno fortunati e ingiustamente trascurati. Ma dubitiamo che ci cascheranno” concludono le forze a sostegno di Sannicandro.