La coalizione Sannicandro sugli incarichi a Nacci e Nuzzo: 'Legalità e trasparenza disattese dal Sindaco'

di La Redazione
Politica, Elezioni Amministrative 2017
16 maggio 2017

La coalizione Sannicandro sugli incarichi a Nacci e Nuzzo: 'Legalità e trasparenza disattese dal Sindaco'

Il candidato sindaco punta il dito contro i collaboratori dell'Amministrazione

A che titolo il Comune di Bitonto si avvale di consulenti e delegati? Se lo chiede il candidato sindaco Emanuele Sannicandro e la coalizione composta da Governare il Futuro, Insieme per la città, Laboratorio, Partito Democratico, Partito Socialista e Sinistra Italiana, in una nota diramata nelle scorse ore. 

“Il Sindaco uscente - spiegano - si avvale ancora a Palazzo di Città di due figure ‘non ufficiali’, nominate quali ‘consulenti personali’ in barba ad ogni disposizione legislativa, ed ora candidate per le prossime elezioni consiliari”. 

Il riferimento è al “dott. Domenico Nacci (candidato con “La Puglia in Più”, ndr), sollevato da tempo formalmente dall’incarico di assessore, ma che continua a svolgere sostanzialmente le stesse funzioni, intervenendo nelle vicende sportive come da rendiconti giornalistici”, e alla “dott.ssa Lisa Nuzzo (candidata con “Bitonto Solidale”, ndr), già coordinatrice cittadina del Movimento Schittulli, da qualche mese ‘delegata’ ai servizi sociali”.

Eppure, sostengono dalla coalizione dem, “le funzioni di ‘consulente’ e ‘delegato’ non sono invero previste dalla normativa sugli enti locali, e quindi tali incarichi sono del tutto illegittimi, costituendo altresì usurpazione di funzione pubblica da parte dei nominati”.

“I principi della legalità e trasparenza, tanto sbandierati dall’attuale primo cittadino, continuano in effetti ad essere disattesi dal medesimo - commenta la squadra Sannicandro - […] Ma il Sindaco uscente, nonostante la denuncia di inizio aprile dei consiglieri comunali Natilla, Ricci, Gala, Mundo, Valeriano, Ricatti e Toscano, fa finta di nulla, non risponde e persevera nella sua condotta illegale”.