Di Battista ospite a Bitonto a sostegno di Dino Ciminiello

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Politica, Video, Elezioni Amministrative 2017
02 maggio 2017
Photo Credits: Dino Ciminiello - Pagina Facebook

Di Battista ospite a Bitonto a sostegno di Dino Ciminiello

Tanta la gente accorsa per ascoltare il portavoce. E il Movimento presenta la lista

Piazza Cavour è stata la piazza che, nella mattinata di ieri, ha ospitato simpatizzanti, attivisti e portavoce regionali e nazionali del Movimento Cinque Stelle in una manifestazione a sostegno di Dino Ciminiello, candidato sindaco di Bitonto. 

Ospite di spicco della rassegna è stato l'onorevole Alessandro Di Battista, portavoce dei Cinque Stelle alla Camera dei Deputati, che in questa occasione ha avuto modo di conoscere il candidato bitontino, e ribadire il sostegno dell'intero Movimento alla rappresentanza locale pentastellata, che prenderà parte alla corsa per Palazzo Gentile del prossimo 11 giugno.

Ad affiancarlo sul palco, oltre al già citato Ciminiello Mario Conca, portavoce al Consiglio Regionale della Puglia, Lello Ciampolillo, portavoce al Senato della Repubblica, Francesco Cariello, portavoce alla Camera dei Deputati e Raimondo Innamorato, sindaco di Noicattaro.

"La consultazione comunale è molto più sentita di quella delle politiche - ha esordito il consigliere regionale Conca - A Palazzo Gentile siedono sempre le stesse persone da dieci anni a questa parte, perché si mette in campo la truffa organizzata della coalizione. In famiglia troverete sempre un parente candidato al consiglio comunale che vi chiederà il vostro voto. Noi, invece, proponiamo una lista di 24 persone che si batteranno contro gli altri candidati e 15 di loro andranno al governo cittadino per conseguire uno scopo comune".

Un appello condiviso anche da Ciminiello, che ha ribadito l'importanza del dialogo e della politica partecipata perché "Noi siamo i cittadini tra i cittadini. A Palazzo Gentile saremo i vostri portavoci, la vostra forza e determinazione - ha sottolineato il pentastellato - Dobbiamo cambiare questa città e dobbiamo farlo insieme. Abbiamo ascoltato i cittadini nei comitati di quartiere, nella zona artigianale, nelle parrocchie e tutti ci dicevano 'Coraggio!', ma il vero coraggio deve essere il loro ad esprimere al meglio il proprio voto".

"Ci crediamo veramente a cambiare Bitonto? - si è chiesto - Noi possiamo farlo, perché abbiamo le mani libere e possiamo liberare Bitonto. Dateci la vostra fiducia".

"Bitonto sembra una città normale, tranquilla ed io sono entrato in mezzo alla gente senza scorta. Questo è sintomo di un paese 'normale' che il Movimento Cinque Stelle vuole governare" ha dichiarato l'onorevole Di Battista, che ha ribadito la sua posizione in merito ad alcuni dei temi politici più discussi nel nostro Paese in questo momento. "Il voto di scambio è un cancro ed è per questo che non vogliono approvare il reddito di cittadinanza, perché se i cittadini avessero un loro reddito non voterebbero il parente o l'amico che si candida e chiede il voto. Invece, se un parente o un amico si candida, non lo si vota ma lo si manda a f****** - ha affermato il deputato - "Chiediamo solo candidati che siano incensurati perché così è più improbabile che si commettano atti impuri o illeciti. Il Movimento Cinque Stelle non ha padroni perché nessuno ci finanza; per loro la politica è un lavoro, per noi no!".

"Non ci siamo mai fermati e se non avessi le piazze come questa il sabato e la domenica non resisterei in quella gabbia di squali (Montecitorio, ndr) dove si pensa solo a poltrone e contro poltrone. È per questo che siamo sempre in piazza anche dopo che si è votato - ha proseguito Di Battista - Non è facile far parte del Movimento Cinque Stelle, ma attualmente non si può ragionare con i partiti. Quando saremo al governo nessun fondo verrà dato per finanziare i giornali e anche la Mediaset pagherà le tasse come tutti".

"Dobbiamo dedicarci alla politica e non farci calpestare, perché i diritti non ce li regala nessuno. Scegliete da che parte stare e noi non vi prometteremo niente, ma vi chiediamo una mano perché senza un supporto elettorale non ce la faremmo. Siamo tutti dipendenti del popolo italiano e so che dopo la fine del mio mandato tornerò nel 'mondo reale' ed è per questo che quotidianamente lotto per migliorarlo" ha proseguito.

A margine della rassegna, invece, l'onorevole Di Battista ha espresso - ai giornalisti delle testate presenti - la sua opinione nei confronti della politica cittadina e del modus operandi del M5S in campo comunale: "Per quanto riguarda i Comuni, l'importante è entrare in Consiglio, poi se avremo la possibilità di vincere sarà ancora meglio. Il Movimento è nato per dare la possibilità ai cittadini di farsi Stato".

"Io non conosco questi candidati, ma vengo per sostenere l'idea di un cittadino che, al di fuori dei partiti, si candida e porta avanti un programma" ha rivelato il deputato. E sul centrosinistra locale: "Ho massimo rispetto per quelle liste civiche di cittadini che si organizzano e non si sentono rappresentati da dei partiti. Il mio rispetto va a quelle liste civiche serie e non a quelle 'civetta' create sotto il controllo dei partiti politici". 

A margine della manifestazione, il candidato sindaco Dino Ciminiello ha presentato i nomi dei 24 candidati consiglieri che comporranno "una squadra compatta e unita che vuole governare la città": Raffaella Achille, Gaetano Berardi, Sergio Carrara, Domenico Cipriani, Vito D'Attoma, Francesco Flavio Decaro, Francesco Del Vecchio, Anna Maria Germano, Maria Carmela Innamorato, Maria La Vecchia, Francesco Antonio Lamanna, Ottavio Leone, Anna Maggio, Angelo Mastrofilippo, Isabella Mongiello, Vito Muschitiello, Michele Pafetta, Nicola Piperis, Francesca Anna Ruggiero, Annalina Saponieri, Michele Savino, Nicola Alessandro Scoppio, Davide Sgaramella, Alessandro Spadone.