Dai banchi di scuola al Quirinale e Montecitorio

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
03 maggio 2017

Dai banchi di scuola al Quirinale e Montecitorio

Gli alunni della Rutigliano-Rogadeo in visita ai palazzi delle istituzioni

Tra le tante iniziative che quest’anno il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella,  ha promosso per le celebrazioni del 156° anniversario dell’Unità d’Italia, c’è l’apertura alle scolaresche del Palazzo Quirinale, con un percorso “artistico-istituzionale”, per comprendere l’evoluzione della storia e del patrimonio politico-culturale-religioso del popolo italiano.

Per cementare questo evento istituzionale e didattico, su istanza del prof. Giuseppe Cannito, lo scorso martedì, gli alunni delle classi seconde della Scuola Secondaria Statale di Primo Grado “Rutigliano-Rogadeo” di Bitonto hanno visitato il Palazzo, accompagnati dalla dirigente scolastica prof.ssa Angela Pastoressa e dai docenti Giuseppe Cannito, Concetta Vulpio, Cosmo Damiano Lovascio, Maria Murgolo, Ginetta Modugno che hanno curato la visita d’istruzione e istituzionale sulla Costituzione Italiana a Roma, insieme all’equipe di altri docenti della scuola.

Il percorso istituzionale del Quirinale comprendeva una visita speciale nella residenza antica deiPapi (ha ospitato ben 30 Papi, da Papa Gregorio XIII a Papa Pio IX), successivamente divenuta ladimoradella famiglia reale dei Savoia,attualmente sede istituzionale deiPresidenti della Repubblica, tra cui: la Loggia d’Onore, il Salone dei Corazzieri, la Sala degli Scrigni, il Salone delle Feste.

Durante la visita la comunità scolastica ha assistito all’accoglienza con i dovuti tributi d’onore del presidente austriaco Alexander Van der Bellen nel cortile del Quirinale, con la parata dei corazzieri a cavallo in alta uniforme e il picchetto d’onore dell’aeronautica.

Nel pomeriggio, la comunità scolastica è stata accolta nella Camera dei Deputati. Accompagnata dal commesso parlamentale che ha fatto da guida, ripercorrendo le tappe salienti del percorso storico, culturale e religioso che ha portato Palazzo Montecitorio a ritagliarsi un ruolo importante e fondamentale nel panorama storico e politico del popolo italiano, sino a divenire attualmente la sede del Parlamento Italiano. “È nostro compito avvicinare i ragazzi delle scuole alle istituzioni, e contribuire ad un percorso di affezione al territorio e alla educazione civica, il cui obiettivo è quello di far capire agli alunni la loro crescita civica, per essere a pieno titolo cittadini italiani, in particolare nell’amare la propria Patria” ha spiegato.