Un Consiglio tecnico prima dell'apertura della campagna elettorale

di La Redazione
Politica
21 aprile 2017

Un Consiglio tecnico prima dell'apertura della campagna elettorale

Approvati l'estinzione dei mutui per la De Renzio e il parcheggio di Via Moro, il Piano delle Alienazioni e le convenzioni con Arca

Con la seduta di ieri, il Consiglio Comunale ha chiuso l’attività ordinaria, prima dell’apertura ufficiale della campagna elettorale. L’assise ha discusso numerosi punti di carattere quasi esclusivamente tecnico, prima della convocazione ufficiale dei comizi elettorali, che il Municipio di Bitonto farà partire dal prossimo 27 aprile, come annunciato dal segretario comunale.

In un clima relativamente tranquillo, l’emiciclo ha votato per estinguere i mutui sottoscritti in passato per la costruzione della nuova sede della scuola media “Anna De Renzio” (ora ospitata dai locali della “Rogadeo” nella 167) e per la realizzazione del parcheggio interrato in piazza Aldo Moro. Progetti rimasti sulla carta, per cui Palazzo Gentile preparò un piano finanziario con un prestito dalla Cassa Depositi e Prestiti, che, visto che i lavori non sono mai partiti, ha gravato sulle casse comunali inutilmente. 

Approvato, nonostante alcune remore del capogruppo dem Francesco Ricci, anche il Piano delle Alienazione e delle Valorizzazioni del patrimonio in possesso di Palazzo Gentile. Un documento, presentato nell’estate 2016 dal sindaco Abbaticchio e dall’ex assessore Michele Daucelli, che punta da un lato al recupero di somme importanti da reinvestire nella manutenzione ordinaria delle strade cittadine, dall’altro alla valorizzazione di alcuni beni grazie all’aiuto dei privati, che altrimenti rimarrebbero in disuso.

Il dispositivo prevede, tra le altre cose, la messa all’asta del complesso di Corso Vittorio Emanuele, quasi adiacente a Piazza Moro, da anni occupato abusivamente da diverse famiglie, e di Sant’Agostino, vincolato alla realizzazione di un complesso alberghiero. 

E prima di una lunga serie di debiti fuori bilancio, il Consiglio ha dato l’ok anche alla convenzione con l’Arca Puglia (ex IACP) per la realizzazione di quattordici alloggi di edilizia popolare in via Pietro Nenni (finanziati con risorse risalenti al vecchio piano PIRP), nonché la riqualificazione di altre strutture in via Crocifisso e via Messeni, e alla variante al PRG per consentire la realizzazione di una casa accoglienza per adulti con problematiche sociali a cura della Comunità di Nazareth.

Archiviato il quinquennio ordinario, il Consiglio sarà chiamato a discutere solo di problematiche dal carattere urgente. Tra queste rientra l’assemblea del 28 aprile, quando si parlerà di bilancio previsione.