La coalizione Abbaticchio invita tutti i protagonisti della campagna per le Amministrative ad aderire all'appello 'Riparte il futuro'

di La Redazione
Politica, Video, Elezioni Amministrative 2017
21 aprile 2017

La coalizione Abbaticchio invita tutti i protagonisti della campagna per le Amministrative ad aderire all'appello 'Riparte il futuro'

Promosso da Libera e Gruppo Abele per una politica trasparente e responsabile

Con una nota inoltrata alla stampa, la coalizione “civica di centrosinistra” che sostiene la ri-candidatura di Michele Abbaticchio ha comunicato di aderire alla campagna “Riparte il futuro”, promossa da Libera e il Gruppo Abele, in collaborazione anche con Avviso Pubblico.

La campagna, come spiegano i movimenti e i partiti Bitonto Solidale, Città Democratica, Iniziativa DemocraticaItalia Dei Valori, La Puglia in Più, Progetto Comune-Viviamo la Città, Rifondazione Comunista, Riformisti Cattolici e PopolariTra la Gente avanti con Abbaticchio70032 Città in Movimento, “chiede a tutti i candidati alle prossime elezioni amministrative, di qualsiasi appartenenza politica, di diventare 'braccialetti bianchi' simbolo della campagna, e di dimostrare concretamente, a partire proprio dalla campagna elettorale, l’impegno a praticare, difendere e diffondere la buona politica unitamente all’impegno per la trasparenza, per la legalità e la lotta alla corruzione”.

Sul sito di Avviso Pubblico, l’associazione che si occupa di tutelare amministratori sotto tiro e diffondere buone prassi in materia di legalità e controlli (e di cui Michele Abbaticchio è vicepresidente), si legge che “ogni anno – come attestano enti e istituzioni nazionali e internazionali – mafiosi, corrotti ed evasori fiscali sottraggono agli italiani centinaia di miliardi di euro. Sono risorse che potrebbero essere utilizzate per finanziare quei servizi pubblici fondamentali che gli enti locali, dotati di sempre minori risorse finanziarie, non riescono più a fornire. La sfiducia nelle istituzioni pubbliche, alimentata anche dalla percezione di una corruzione dilagante, ha raggiunto livelli di guardia: secondo Eurobarometro oltre nove cittadini italiani su dieci ritengono la pratica delle tangenti dominante anche negli enti locali”. Per questo “è necessario essere consapevoli che serve un cambiamento radicale, di cui la politica deve essere la principale protagonista. La credibilità della politica si ritrova prima di tutto nell’etica della responsabilità, nella capacità di andare oltre le prescrizioni del codice penale avendo coscienza che ricoprire un incarico pubblico implica il dovere di praticare comportamenti fondati su coerenza, sobrietà, legalità, lotta agli sprechi, utilizzo trasparente e responsabile di risorse pubbliche, disciplina ed onore, in modo da contribuire a garantire l’imparzialità e il buon andamento della pubblica amministrazione”.

In questo senso, per la coalizione l’impegno è da assumere “anche per quanto attiene i toni e i linguaggi da assumere […] spetta a tutti i cittadini e, in modo particolare, alle donne e agli uomini che si candidano ad amministrare la nostra comunità, e che saranno chiamati a ricoprire ruoli di responsabilità politiche e istituzionali verso la città”.

“È per noi un impegno preciso e vuole essere una proposta politica in vista della imminente campagna elettorale, unitamente allasottoscrizionedel Patto Etico dei “Sette principi” (clicca qui per leggere il documento completo) promossi dallo stesso Avviso Pubblico per una Politica credibile e responsabile - concludono i movimenti per Abbaticchio - A tutti i candidati auguriamo un ampio e costruttivo confronto sulle proposte, idee e progettualità contenute nei specifici programmi elettorali, nella direzione della serietà e del rispetto reciproco, e nell’interesse del Bene Comune dell’intera collettività”.