Nasce il nuovo Gal, presidente Antonio Saracino

di La Redazione
Cronaca
21 marzo 2017

Nasce il nuovo Gal, presidente Antonio Saracino

Il consorzio riunirà Bitonto, Giovinazzo, Terlizzi, Grumo Appula, Binetto e Palo del Colle. Ad aprile verrà consegnato il Piano di Azione Locale

Novantuno soci, ventimila euro di capitale sociale, sette Comuni, quattro associazioni di categoria del mondo agricolo, quattro altri enti pubblici, sei portatori di interessi collettivi appartenenti al Cnel, settanta imprese tra agricole e non agricole, trecentosessantacinque giorni di consultazione, cinque nuovi consiglieri di amministrazione.

Sono i numeri, in sintesi, del Gal Nuovo Fior d'Olivi, costituito sabato, dopo dieci ore di lavoro, a rogito del notaio Michele Debiase, nella Sala degli Specchi del Comune di Bitonto.

Un grande risultato per tutto il territorio che con il nuovo soggetto giuridico si candida ad ottenere un finanziamento fino a dodici milioni di euro nell'ambito della Misura 19.2 del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020.

Territorio che entro quindici giorni si arricchirà con l'ingresso ufficiale del Comune di Modugno, che otterrà la stessa quota degli altri Comuni attraverso lo scorporo di una parte di quella già sottoscritta da BitontoGiovinazzoTerlizziGrumo AppulaBinetto e Palo del Colle.

Entro il 4 aprile i tecnici del Gal consegneranno in Regione il Piano di Azione Locale frutto della consultazione dal basso partita esattamente un anno fa, a marzo del 2016, fatta di incontri, convegni, focus group.

Contestualmente alla sottoscrizione dell'atto di costituzione del nuovo Gal, è stato nominato il Consiglio di Amministrazione, composto da cinque membri, tutti individuati e votati dai singoli soci durante appositi incontri nelle scorse settimane in base alle categorie di appartenenza previste dal bando regionale (comuni, associazioni di categoria del mondo agricolo, altri enti pubblici, portatori di interesse Cnel, aziende private).

Antonio Saracino, 58 anni, nominato in rappresentanza dei settanta soci privati, è il nuovo Presidente. Siederanno insieme a lui in cda Danilo Lolatte, nominato vicepresidente, direttore regionale di Cia, in rappresentanza delle organizzazioni di categoria del mondo agricolo, Gaetano Volpe in rappresentanza del Cnel, Saverio Milo Milo in rappresentanza degli altri enti pubblici, e Antonio Alberga (Palo del Colle) in rappresentanza dei Comuni. A tal proposito, "grande è la sinergia tra i sindaci che hanno condiviso una rotazione in consiglio di amministrazione di un rappresentante di ciascun comune ogni anno (inizierà Palo del Colle, ndr) al fine di garantire rappresentatività e uguaglianza a tutti i territori" spiegano dal Gal.

"La costituzione del nuovo Gal è un primo passo fondamentale per portare nuove risorse sul nostro territorio - ha sottolineato il nuovo presidente Saracino - Il lavoro si concluderà entro il 4 aprile con la consegna del PAL del territorio dei sette Comuni in Regione".

"Ringrazio tutti i sindaci per aver costruito un'ampia sinergia tra i territori e tutta la numerosa e rappresentativa compagine sociale per aver creduto nel nuovo Gal - ha continuato - Mi auguro che la nostra proposta sia ammessa a finanziamento sin da subito per consentire alle imprese e al territorio di Bitonto, Giovinazzo, Terlizzi, Grumo Appula, Binetto, Palo del Colle e Modugno di usufruire dei fondi del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020". "Il futuro inizia adesso", ha concluso il presidente.

 

In foto Saracino con Magrone