Il Comitato Zona Artigianale: 'La nostra area una risorsa per la città'

di La Redazione
Cronaca
16 marzo 2017

Il Comitato Zona Artigianale: 'La nostra area una risorsa per la città'

Il presidente Marinelli interviene a margine della presentazione del progetto di videosorveglianza

Per il presidente del Comitato Zona Artigianale l’installazione delle nuove telecamere nell’area P.I.P. “rappresenta un segno di continuità con quanto chiesto e ottenuto”. Vincenzo Marinelli è intervenuto sui social network, commentando il progetto di videosorveglianza finanziato con fondi intercettati dal vecchio consorzio Conca Barese, presentato nei giorni scorsi in conferenza stampa.

“Ho espresso e condivido con voi (rivolgendosi ai soci del Comitato) massima soddisfazione e piena riconoscenza all'Amministrazione Comunale, al Sindaco dott. Michele Abbaticchio, al Comandante della Polizia Municipale, Maggiore Paciullo, e a tutti coloro che hanno partecipato e che si sono impegnati per dare vita concretamente alle richieste delle nostre aziende - ha scritto Marinelli - Abbiamo combattuto e spronato costantemente (e direi quasi settimanalmente) l’amministrazione credendo in questo progetto di telecamere nel quale tutti confidavamo. L’opera rappresenta un passo avanti notevole in tema di sicurezza non solo della Zona Artigianale , ma anche dei cittadini”. 

Saranno installati 24 impianti, quasi tutti concentrati nella Zona Artigianale. Le telecamere, dotate di sensore di cinque megapixel, saranno direttamente collegate, tramite una linea in fibra ottica, con i client di Polizia Locale e del Commissariato: l’obiettivo è permettere l’analisi in tempo reale dei dati presenti nei database delle forze dell’ordine e capire la provenienza delle vetture che circoleranno nella zona. Una misura che potrebbe rivelarsi molto utile nella risoluzione legata a casi di furto, ma anche di abbandono selvaggio di rifiuti, considerata l’alta frequenza con cui reati di questo tipo si consumano nell’area a nord della città.

Noi tutti del Comitato Zona Artigianale dobbiamo vedere quest'opera come un segno di continuità con quanto abbiamo chiesto ed ottenuto con la vostra collaborazione in questi sette anni di costituzione del nostro Comitato - ha inteso il Presidente del Comitato - la risoluzione al 100% delle problematiche della fogna, della quasi totalità di quelle riguardanti la telefonia, l'ampliamento delle strade, la loro nuova denominazione, le tabelle rappresentative delle aziende e le targhe di denominazione delle strade, la formazione di nuove arterie con il neonato Centro Tecnologico d'Eccellenza, la pulizia settimanale concordata anche con i vertici di ASV spa”.

“Oltre alle telecamere, inoltre, come Comitato Zona Artigianale stiamo sostenendo e caldeggiando, lavorando in sinergia con l'Amministrazione, con il Commissariato di Polizia di Stato (con la sensibilità mostrata anche dalla dr.ssa Mennea) e con la Polizia Municipale al progetto delle fototrappole per stanare coloro che sversano rifiuti nei campi adiacenti le nostre imprese o vicino ai servizi di raccolta, facendoli desistere da tali atti delittuosi” ha continuato.

“Il Comitato Zona Artigianale, dunque, non si ferma mai” assicura Marinelli “e speriamo che l'Amministrazione continui, di qualunque colore politico sarà, a dare spazio e concretezza alle nostre richieste e alle nostre aspirazioni che, chiaramente, non finiscono oggi”. Intanto sono arrivate novità sul fronte del ponte sulla Poligonale: “ricordo brevemente che la Città Metropolitana con i suoi dirigenti mi hanno comunicato, in un incontro che mi ha visto partecipe con l'intero direttivo e con la stessa Amministrazione , che entro fine mese riprenderanno i lavori per il ponte sulla Poligonale che tanto desideriamo; poi, segnalo, il protocollo d'intesa sottoscritto dal Comitato con l'Arch. Parisi, Assessore all'Urbanistica, per l'inquadramento della Z.A. in APPEA che già sta avendo il suo seguito, e ancora le nostre richieste al vaglio in questi giorni dei numeri civici per le aziende (Poste Italiane spa chiedeva la soppressione della corrispondenza ma il nostro intervento in sinergia con il Comune ha bloccato tale discutibile decisione della società), la segnaletica orizzontale e verticale (si prepara il progetto), la nuova pavimentazione, il nuovo manto stradale che tra poco, vedrà il suo rifacimento completo già in alcune arterie”.

A detta del Comitato non bisogna smettere di considerare la Zona Artigianale come “una risorsa per tutta la città; è un punto di partenza irrinunciabile per lo slancio della città intera: in un momento ancora difficile per l'economia di tante aziende della Zona Artigianale, è un dato oggettivo e massimamente incoraggiante non solo l'insediamento di nuove aziende in Z.A. ma anche il ritorno di altre dalla vicina Molfetta ove si erano collocate in passato, dimostrando l'appetibilità rinnovata del nostro territorio”.

“Il Comitato Zona Artigianale crede che il controllo, l'attenzione, la sensibilità per le problematiche delle nostre aziende e dei "cittadini" delle imprese, cioè che lavorano nelle imprese, sia un segno di attenzione per la città’ intera e per il suo sano sviluppo - ha concluso Marinelli - Presto come Comitato Zona Artigianale ci faremo sentire, anche con molte novità, sui media locali e regionali più importanti, che pure in queste ore già stanno riprendendo la notizia delle telecamere”.