Ecco i candidati alla carica di Amministratore della Sanb

Savino Carbone
di Savino Carbone
Politica, Cronaca
01 marzo 2017

Ecco i candidati alla carica di Amministratore della Sanb

Ci sono il candidato alle primarie Nicola Roberto Toscano, Angelo Mancazzo e Vito Rosario Modugno

Dopo le candidature pervenute a Palazzo Gentile per la carica di Amministratore Unico dell’Azienda Servizi Vari, BitontoTV è riuscita ad ottenere l’elenco di quelle giunte all’ARO 1/BA per la guida della Servizi Ambientali per il Nord Barese, nota ai più con la sigla SANB.

In tredici, tra professionisti ed esperti del settore rifiuti, concorreranno per la carica di Amministratore Unico della società che, almeno secondo le intenzioni dell’Ambito, dovrà gestire il servizio di raccolta e conferimento rifiuti nei comuni di Bitonto, Corato, Molfetta, Ruvo di Puglia e Terlizzi.

Sulla scrivania degli uffici ARO ci sono le candidature di Antonio Muti, consulente ambientale di Ruvo di Puglia, Giuseppe Tedone e Sebastiano Miscioscia, rispettivamente ingegnere e commercialista di Corato, Antonio Soldati, Giulio D’Imperio, Donato Madaro (commercialista di Gioia del Colle), Antonio Pisani, il più giovane di Molfetta, con già una importante esperienza nel settore manageriale. 

Tre i bitontini candidati. Su tutti spicca il nome di Nicola Roberto Toscano, avvocato ed esperto di diritto del lavoro, già nel CdA della Spes di Gioia del Colle, finito al centro delle cronache politiche di queste settimane per la candidatura alle primarie del Partito Democratico, PSI, Sinistra Italiana, Laboratorio e Governare il Futuro, indette in vista delle Amministrative di primavera (sfogliando i carteggi ARO si scopre che Toscano ha già partecipato ad un avviso della società per il conferimento di un incarico professionale ad un esperto giuslavorista). Con lui Angelo Mancazzo, che a Gioia è stato Amministratore Unico proprio della Spes e ha più volte collaborato, a vario titolo, con l’Azienda Servizi Vari, ex segretario PD, candidato consigliere nelle liste di Progetto Comune nel 2012. Outsider il consigliere ex Sel e Insieme per la Città Vito Rosario Modugno (che ha presentato la candidatura per la stessa carica anche in ASV), incompatibile per il ruolo che ricopre nell'assise cittadina, e l’agronomo Giuseppe Marrone, titolare di uno studio che nel tempo ha fornito consulenza ad Agecontrol, ai Comuni di Andria, Barletta e Bitonto, all’Istituto Maria Cristina e al Tribunale id Bari.

Difficile prevedere quando arriverà la scelta dell’assemblea ARO, dall’Ambito però contano di riportare così l’ordine in una società nata sulla carta ma mai effettivamente pronta a svolgere il servizio nei Comuni coinvolti. Accumulando intanto solo buchi: la società ha chiuso l’esercizio 2015 con un bilancio in rosso di circa 50mila euro, per questo a fine 2016 il Consiglio Comunale di Bitonto ha dovuto approvare una variazione di bilancio, per un totale di circa 22mila euro, da destinare alla copertura delle perdite dell’azienda.