Due mostre per festeggiare il 290esimo anniversario della nascita di Traetta

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
29 marzo 2017

Due mostre per festeggiare il 290esimo anniversario della nascita di Traetta

Si terranno alla sede di Agorà e della Fondazione De Palo-Ungaro. Si preme per la realizzazione di una casa-museo dedicata al musicista

“Tommaso Trajetta (o Traetta) ed altri musicisti bitontini: ipotesi di un museo”

Giovedì 30 Marzo alle ore 18.00  Santa Caterina d’Alessandria (sede di  AGORÁ – via San Rocco 13, nei pressi delle Officine Culturali) inaugurazione della mostra “Tommaso Trajetta (o Traetta) ed altri musicisti bitontini: ipotesi di un museo”. La mostra resterà aperta fino a sabato 8 aprile 2017 dalle ore 18.00 alle ore 20.00.

La mattina  aperture solo su prenotazione anche per le scuole (info e prenotazioni Nicola Abbondanza 3935389310)

La mostra attraverso l’esposizione di documenti e fotografie, intende narrare la vita e l’opera del grande musicista riformatore del melodramma Tommaso Trajetta (o Traetta, nato a Bitonto il 30 marzo 1727 e morto a Venezia il 6 Aprile del 1779; i resti mortali attualmente riposano nella Cattedrale di  Bitonto ), nonchè i 26 anni di storia del Centro Studi e Documentazione Musicale "Tommaso Traetta" e notizie su altri musicisti bitontini. 

L’iniziativa vuole sottolineare l’esigenza della istituzione cittadina di una “casa-museo” dedicata alla figura di Traetta e di altri musicisti bitontini, oltre che una sede adeguata per il centro studi Traetta. Presenti due pregevoli ritratti dipinti  dal pittore Michele Martucci 

La mostra è a cura di un comitato organizzativo coordinato dallo studioso Oronzo Maggio (coordinatore concettuale della mostra) ed Umberto Ruggiero (coordinazione marketing, comunicazione & allestimento) ed é costituito da  Tommaso Urbano (presidente del Centro Studi e Documentazione Musicale “Tommaso Traetta” che ha fornito  materiale fotografico  dell'archivio del centro studi), Mario Moretti (studioso di Traetta) che ha fornito opere grafiche , Gianna Sammati (associazione  AGORÁ), Vito Vittorio De Santis (direttore artistico ass. "Delle Cese) che ha fornito vari pregevoli cimeli, Luigi Lauta (docente di musica s.s.I° "Rutigliano-Rogadeo") che ha fornito dischi e foto, Mario Sicolo (direttore responsabile "da Bitonto"), Maria Grazia Lamonaca (Bitonto Live), Nicola Abbondanza (Cenacolo dei Poeti) e Michele Martucci (pittore e scultore).

Mostra archivistica dedicata a Traetta alla Fondazione De Palo - Ungaro

In occasione del 290° Anniversario dalla nascita di Tommaso Traetta, il grande riformatore del melodramma italiano noto in tutta Italia e in Europa, la Fondazione De Palo-Ungaro, i volontari del Servizio Civile Nazionale 2017 operanti presso il Museo Archeologico e i giovani stagisti del progetto alternanza-scuola lavoro della classe  III BT dell'Istituto Commerciale “V. Giordano”, negli spazi espositivi del Museo di via Mazzini, hanno realizzato una mostra documentaria relativa al Musicista bitontino. La mostra offre al visitatore la possibilità di conoscere documenti dell'Archivio Storico Comunale, dell'Archivio Diocesano “Mons. A. Marena” e del “Fondo Traetta” del prof. Mario Moretti. Nelle diverse teche sono esposte alcune delle opere traettiane più famose (Ifigenia in Tauride, Antigone, La pace di Mercurio, Zenobia, Rex Salomon, Stabat Mater, Il cavaliere errante e tante altre), ma anche alcuni manoscritti con spartiti di opere, note musicali, manifesti rari di eventi commemorativi, incisioni su dischi, non pochi scambi epistolari, documenti iconografici e biografici.

La mostra sarà visitabile da giovedì 30 marzo 2017.