One Billion Rising contro violenza sulle donne e disuguaglianze

Federica Monte
di Federica Monte
Cultura e Spettacoli, Video
15 febbraio 2017

L'evento si è tenuto ieri grazie all'interesse di Io Sono Mia e Auxilium

Un flash mob per accendere i riflettori sul rispetto e la promozione dei diritti delle donne. Per il quarto anno consecutivo si è tenuto a Bitonto One Billion Rising, l'evento promosso dall'associazione Io Sono Mia, in collaborazione con Auxilium

OBR è stata l'occasione per lanciare un segnale anche contro il razzismo e le disuguaglianze, grazie alla partecipazione compatta degli ospiti dello SPRAR di Bitonto e del Cara di Bari-Palese. 

Era il 2013 quando Eve Ensler, autrice del celebre “monologhi della vagina, lanciò in tutto il mondo una campagna rivoluzionaria, One BIllion Rising: l’obiettivo era far ballare e manifestare un miliardo di persone nel mondo, il giorno di San Valentino, per denunciare il dilagare della violenza su donne e bambine  (1 su 3 sarà violata nel corso della propria vita, stima delle Nazioni Unite) e affermare la volontà di porvi fine. L’enorme successo della manifestazione, con adesioni da oltre 200 nazioni, ha trasformato OBR in un appuntamento annuale, il cui spirito battagliero ha ricevuto consensi crescenti aprendo un nuovo dibattito sui diritti, il razzismo, le disuguaglianze economiche e le guerre dichiarate sui corpi delle donne in tutto il mondo. Anche in Italia lo scorso anno migliaia di persone hanno partecipato a oltre 150 eventi in tutta la penisola, e per l’edizione 2017 sono stati organizzati oltre 100 eventi sparsi per la penisola. 

Un’azione globale, quindi, che, fin dal suo inizio, si è costituita come la più grande manifestazione di massa della storia dell’umanità.

 

Clicca qui per guardare la gallery completa

IMG_5110.jpg
IMG_5015.jpg
IMG_5054.jpg
IMG_5041.jpg
IMG_5196.jpg
IMG_5223.jpg
IMG_5215.jpg
IMG_5035.jpg
IMG_5038.jpg
IMG_5018.jpg