L'avventura di Insieme per la Città con Abbaticchio sarebbe già finita

Savino Carbone
di Savino Carbone
Politica, Elezioni Amministrative 2017
10 febbraio 2017

L'avventura di Insieme per la Città con Abbaticchio sarebbe già finita

Sempre più probabile la candidatura di Sannicandro alle primarie dem. Daucelli prossimo alle dimissioni

Clamorosi ripensamenti a parte, la chiusura del termine ultimo per la presentazione delle candidature alle primarie indette da PD, PSI, Laboratorio, Sinistra Italiana e Governare il Futuro sancirà lo strappo definitivo tra Insieme per la Città e la coalizione Abbaticchio. La discesa in campo di Lillino Sannicandro per le consultazioni dem rischia probabilmente di trasformarsi in qualcosa di più di semplice fantapolitica. 

Il malcontento del cartello elettorale, nato dalla fusione di Sel e dei piddini fuoriusciti di Progresso Democratico, è cresciuto tanto da rendere improbabile qualsiasi ipotesi di ritorno all’ovile. Di qui l’idea di partecipare alle primarie e legittimarsi come avversario diretto del Sindaco uscente. 

Non è dato sapere il motivo della frizione, palesata già nei giorni scorsi quando IpC disertò il pranzo di coalizione. Novità, però, arriveranno certamente nelle prossime ore quando Insieme per la Città, riunitasi mercoledì e giovedì in direttivo, metterà nero su bianco la propria posizione. 

La mossa a sorpresa del movimento, potrebbe presto avere pesanti ripercussioni anche a Palazzo Gentile. I bene informati sostengono che l’assessore Daucelli starebbe per firmare le dimissioni (che potrebbero arrivare già questa mattina). Il passo indietro del delegato alle finanze verrebbe accompagnato dal passaggio all’opposizione dei consiglieri Ricatti e Valeriano (fedelissimi di Daucelli), mentre rimarrebbe fedele al patto di coalizione il solo Modugno, che garantirebbe la tenuta della maggioranza (a questo punto tale per solo un componente dell’assise).

E dire che Insieme per la Città (prima ancora Progresso Democratico) negli ultimi mesi è stata molto dura contro il Partito Democratico. Prima l’attacco interno al PD, poi il sostegno ad Abbaticchio e l’entrata ufficiale in Municipio con la Presidenza del Consiglio a Gaetano De Palma (vicino in queste ore ad Abbaticchio), la firma del documento di coalizione a sostegno del Sindaco, le presenza al convivium pro Abbaticchio, la sigla del movimento apposta in calce alla nota inviata al segretario dem Marco Lacarra, con cui si definiva poco credibile un’alleanza con un partito (PD, ndr) che aveva scelto “la strada della contrapposizione interna, dello scontro dettato da risentimenti personali, della delegittimazione pubblica in tutte le sedi e i contesti”

Già, il PD. Nonostante Insieme per la Città porti con se (e soprattutto sottragga ad Abbaticchio) un pacchetto elettorale importante, in molti alla Pescara sembrerebbero non gradire la mossa di Sannicandro. I dem starebbero preparando una controcandidatura per non lasciare sguarnito il partito. Ma, come detto, il gioco dei se si chiuderà questa sera, quando si scoprirà chi avrà scelto di concorrere per sfidare Abbaticchio.