Insieme per la Città lascia per contrasti con Abbaticchio

Savino Carbone
di Savino Carbone
Politica, Elezioni Amministrative 2017
11 febbraio 2017

Insieme per la Città lascia per contrasti con Abbaticchio

Il Sindaco: 'Niente da rimproverarmi. Adesso continuiamo a lavorare'. I rumors sulle primarie: candidature di Sannicandro, Battipede e Toscano

Aggiornamento ore 13:00

Il capogruppo del PSI in Consiglio, Franco Mundo, replica all'articolo pubblicato questa mattina da BitontoTV e smentisce le voci riguardanti il sostegno del partito alla candidatura di Lillino Sannicandro alle primarie PD, definendole "illazioni". Di seguito al smentita arrivata in mattinata alla redazione di BitontoTV.

Nessun esponente del Partito Socialista Italiano ha rilasciato alla testata BitontoTV alcuna dichiarazione. Pertanto, l’illazione riportata nell’ultimo periodo dell’articolo pubblicato in data odierna dal titolo “Insieme per la Città lascia per contrasti con Abbaticchio”, dove si cita il PSI, attribuita dall’estensore dell’articolo a non meglio precisate “voci ben accreditate”, è da considerarsi destituita di fondamento.

Francesco Mundo - Capogruppo del PSI in Consiglio Comunale

 

Frizioni con il candidato sindaco. Questi sarebbero i motivi per cui Insieme per la Città ha maturato “la irrevocabile e sofferta decisione di interrompere definitivamente ogni qualsivoglia rapporto con la coalizione” che sostiene Michele Abbaticchio.

La segreteria del movimento, nato dalla fusione di Progresso Democratico e l’ala Daucelli dell’ormai ex Sinistra Ecologia e Libertà, ha ufficializzato ieri l’uscita dalla squadra per Abbaticchio 2017. Sarebbero “venuti meno i principi di lealtà e rispetto prima personali e poi politici con il candidato sindaco”. La frattura si sarebbe consumata, dunque, direttamente con il capo di Palazzo Gentile, e non riguarderebbe il resto della coalizione, che riguardo l’uscita di scena sarebbe stata informata direttamente dal segretario Cosimo Bonasia. 

Per la prima volta Abbaticchio è intervenuto in maniera chiara sulla questione, ai taccuini di BitontoTV. “Non ho nulla da rimproverarmi nel rapporto con questo movimento, nè con le sue personalità. Già in questi cinque anni, ho sempre considerato sacra e prioritaria la dignità della mia coalizione politica, espressione della volontà dei cittadini (si pensi a quanto accaduto nelle sostituzioni passate di miei assessori o nel rapporto con il PD locale); proprio per questo motivo, non posso oggi transigere sul rispetto dei criteri tecnici oggettivi e della ricerca dell'equilibrio. Non voglio aggiungere altro, per ora - ha spiegato il Sindaco - Mi riservo di intervenire nuovamente, al solo scopo della trasparenza e della chiarezza agli occhi degli elettori, se e quando da parte degli interessati perverranno spiegazioni ulteriori sulla propria scelta, finora giustificata solo con un messaggio Whatsapp alla coalizione, che immagino vorrà esprimersi autonomamente”. Nel frattempo “vorrei concentrarmi nel lavoro, a fianco di chi ha inteso proseguire il percorso politico avviato in questi anni, coerentemente con quanto sottoscritto nel patto di coalizione e con quanto detto e fatto negli ultimi mesi”.

Intanto sembrerebbe che al comitato per le primarie indette da PD, PSI, Laboratorio, SI e Governare il Futuro sia effettivamente giunta la candidatura di Emanuele Sannicandro - assieme a quella di Pietro Battipede e Roberto Toscano. Al momento, però, nessuna conferma ufficiale, perchè tutte le candidature sono adesso al vaglio della commissione interna. Solo ad inizio della prossima settimana potremo sapere chi correrà alla consultazioni che si terranno il 5 marzo. 

Secondo voci ben accreditate, però, pare siano in corso trattative per convincere Sannicandro (sostenuto alle primarie dal Partito Socialista Italiano) a firmare il patto di coalizione, che impone la candidatura e il supporto alla compagine dem qualsiasi sia l’esito delle primarie. Richieste legittime, che tuttavia sembrerebbero non convincere Insieme per la Città, intenzionata a decidere solo dopo la consultazione.