Il Patriarca bissa il successo ai campionati italiani di cucina

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
23 febbraio 2017

Il Patriarca bissa il successo ai campionati italiani di cucina

Natalizio conquista con Persia e Fallacara due bronzi e un argento

Dopo il successo dello scorso anno, il team bitontino di chef composto da Enzo Persia, Domenico Fallacara ed Emanuele Natalizio sbanca i Campionati Italiani di Cucina Italiana 2017, svoltisi dal 18 al 21 febbraio scorsi.

Giunti alla loro seconda edizione, i Campionati, organizzati da Federazione Italiana Cuochi e ospitati dalla Fiera di Rimini nell’ambito di Beer Attraction, hanno compreso quattro intense giornate di competizioni individuali e a squadre con la presenza di oltre 300 concorrenti singoli e 16 team regionali, per un totale di 1.000 chef che hanno dato vita alla più prestigiosa e completa competizione culinaria nazionale in ogni disciplina da concorso.

 

Il team di chef bitontini

 

Bitonto è stata rappresentata, come detto, da tre senior che hanno partecipato come singoli al concorso di cucina calda mediterranea. Persia, Fallacara e Natalizio hanno presentato:  una triglia scottata con mandorle e salsa al pomodorino giallo, tonno rosso in crosta di tarallo quenelle di olive nere, rape stufate verdure di stagione e cipolla rossa: un piatto con merluzzo cotto in infuso di timo e limone su crema di sedano, verdure di stagione cotte in vaso cottura, sformatino di gambero rosso di Gallipoli e avocado con emulsione alla mandorla e chips di peperone crusco di Senise; un filetto di baccalà all'arancia su salsa di pomodoro giallo e gamberi rossi con noci di capesante marinate con il loro corallo e uova di quaglia e tartufo bianco con insalatiera di patate e cipolla rossa marinata al vino rosso cardoncelli e cime di rape al peperoncino. 

I piatti dei tre chef hanno convinto la giuria e hanno conquistato un argento e due bronzi, perchè realizzati nel pieno rispetto delle tradizioni gastronomiche e dei costumi culinari del Meridione.

Lo scorso anno, a Montichiari, Natalizio aveva raggiunto il terzo posto nella categoria "cucina calda", dedicata al pesce povero, con un piatto a base di merluzzo a infusione in latte di mandorla, con emulsione di barbabietola rossa, cialda di caffè, mousse di peperoni rossi arrosto e tartare di stracciatella con gambero rosso e verdure in pinzimonio, accompagnato con crostini in polpa di riccio.