Asso.C.a.l. si dissocia dall'articolo di BitontoTv sulla nomina di Giordano ad assessore

di La Redazione
Politica, Elezioni Amministrative 2017
25 febbraio 2017

Asso.C.a.l. si dissocia dall'articolo di BitontoTv sulla nomina di Giordano ad assessore

L'associazione diffida la testata dal 'formulare ulteriori congetture ed illazioni tese a ledere l'integrità della nostra associazione'

Asso.C.a.l. si dissocia dall’articolo apparso ieri su BitontoTV riguardante la nomina di Francesco Giordano (vicepresidente dell’associazione) a nuovo Assessore alle Finanze del Comune di Bitonto. 

L’associazione  che riunisce i consulenti aziendali e del lavoro della città, in una rettifica firmata dal consiglio direttivo e inviata alla redazione del giornale online, ha ritenuto opportuno rassegnare alcune precisazioni: in particolare Asso.C.a.l. considera la notizia relativa al sostegno politico dell’associazione al governo retto da Michele Abbaticchio come “congetture ed illazioni tese a ledere l’integrità della nostra associazione o dei singoli soci”.

 

Di seguito la rettifica integrale inoltrata da Asso.C.a.l.:

Il Consiglio Direttivo dell’Asso.c.a.l., Associazione Consulenti Aziendali e del Lavoro con sede in Bitonto, Via P. Amedeo n. 17 

SI DISSOCIA

dall’articolo pubblicato sulla vs testata giornalistica i cui contenuti sono altamente lesivi della onorabilità e della apoliticità dell’associazione che i sottoscritti rappresentano. Nel merito si ribadisce il carattere “esclusivamente tecnico” della nomina del collega Rag. Francesco Giordano ad Assessore al Bilancio ed alla Programmazione Economica del Comune di Bitonto, smentendo qualsiasi intento politico, da voi sotteso, che abbia come obiettivo il sostegno di qualsivoglia esponente politico, ivi compreso il Sindaco. Infine si riafferma la totale stima nei confronti del collega e socio Dott. Michele D’Aucelli, impropriamente coinvolto nell’articolo al solo fine di screditare l’associazione. 

Per quanto sopra 

SI INVITA 

la Vs Redazione alla rettifica immediata e senza indugio dell’articolo in oggetto nonché alla pubblicazione della presente con la quale 

SI DIFFIDA 

la vostra testata giornalistica dal formulare ulteriori congetture ed illazioni tese a ledere l’integrità della nostra associazione o dei singoli soci. 

Qualora non si dovesse dar seguito alla presente l’Associazione provvederà a tutelarsi nelle sedi opportune.