Si può combattere il caporalato? L'esperienza di Diritti a Sud e Solidaria

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
27 gennaio 2017

Si può combattere il caporalato? L'esperienza di Diritti a Sud e Solidaria

Le due realtà ospiti di un seminario organizzato da L'Onda Perfetta, Arci Capafresca e Libera Università 'Domenico Guaccero'

Un incontro per parlare di buone prassi in materia di lotta al caporalato. L’associazione L’Onda Perfetta ha organizzato, per domenica 29 gennaio, un incontro su uno dei temi più scottanti che riguardano il mercato del lavoro e le comunità straniere in Puglia. 

Dopo l'incontro del 15 dicembre scorso con Leonardo Palmisano, autore di "Ghetto Italia", saranno ospiti dell’associazione "Diritti a Sud" e "Associazione Solidaria". Si parlerà del progetto promosso dalle due realtà, "Sfrutta-zero”, che mira a creare una filiera alternativa allo sfruttamento dei lavoratori e delle risorse.

Diritti a Sud nasce a Nardò nel 2014 dall’esperienza del comitato NO-CAP, che dal 2009 opera nelle campagne di Nardò per l’integrazione e la difesa dei diritti della comunità di migranti impegnati stagionalmente nel lavoro agricolo; Solidaria è la promotrice del progetto “Netzanet”, che consiste nella autoproduzione di salsa di pomodoro a sfruttamento zero portato avanti da migranti e precari della terra di Bari e finanziata con il crowdfunding.

Durane la serata sarà possibile ascoltare le testimonianze di braccianti stranieri, che grazie a questi progetti si sono affrancati dal degrado dei ghetti, e assaggiare il prodotto finale di questo progetto, che porta sulle nostre tavole la freschezza di un prodotto solidale nel pieno rispetto dei diritti e della legalità. 

L’evento è organizzato in collaborazione con Arci Capafresca e Libera Università “Domenico Guaccero”. L’appuntamento è per domenica alle ore 18:30 nella sede della Libera Università, in via Roma 11 a Palo del Colle, alle ore 18:30.