Presentata la stagione teatrale per famiglie

Filippo Lovascio
di Filippo Lovascio
Cultura e Spettacoli
18 gennaio 2017

Presentata la stagione teatrale per famiglie

Direzione artistica di Elisabetta Tonon. Si parte domenica

Grande attesa per la Stagione Teatrale per famiglie 2016/2017 “La scena dei Ragazzi”, presentata lo scorso 17 gennaio durante la conferenza stampa tenutasi presso la Libreria Hamelin, uno dei collaboratori nella informazione e promozione di questo progetto del Comune di Bitonto e del Teatro Pubblico Pugliese, coordinato dalla direzione artistica di Elisabetta Tonon

Questa stagione, la quarta di quest’anno che porta la firma dell’amministrazione Abbaticchio, per il terzo anno consecutivo vuole continuare a portare avanti il percorso di questi cinque anni, “creare una città più a misura di famiglie e di bambino”, come ha sostenuto il Sindaco. Un progetto non continuativo nell’amministrazione precedente, ma che nella stagione dell’anno scorso è stato accolto con una risposta molto positiva e “dopo l’esperienza di questa estate di 'Ti fiabo e ti racconto', le attese per quella di quest’anno sono molto alte”, ha concluso Abbaticchio.

 Il format che propone questa stagione, con sei appuntamenti domenicali e non più nel matinèe, “spinge a dedicare tempo e spazio alla famiglia, estendendo quest’opportunità al teatro”, ha dichiarato Rocco Mangini, assessore al marketing. I titoli sono tutti tratti dalle fiabe, con la particolare partecipazione in “Brundibar”del Coro Caffarelli, il coro di voci bianche allestito dalla collaborazione del Comune di Bitonto e il Traetta Opera Festival e la direzione del maestro Emanuela Aymone. “Brundibar” rientrerà anche nell’iniziativa Memento, “all’insegna di una proposta e comunicazione culturale ad incastro e per tutti i gusti”, ha commentato Mangini. “Il costo dei biglietti”, ha continuato l’assessore, “è popolare, non basso, ma intende valorizzare il lavoro dei professionisti sul palcoscenico”, con € 10 in platea e € 8 per gli ordini per “Brundibar”, vista l’organizzazione più complessa, mentre per gli altri spettacoli i costi sono  di € 7,50 per la platea e € 5 per gli ordini. È inoltre presente la promozione "vieni in gruppo", che offre 5 biglietti per spettacoli in abbonamento (con almeno 2 adulti) al costo di € 4, in vista di un teatro aperto mediamente 22 giorni al mese, “un record per i teatri comunali”, uno dei più vissuti di Puglia. 

Un trend confermato anche da Sante Levante, direttore del Teatro Pubblico Pugiese, che ha riportato numeri molto positivi, con un 80% di riempimento medio a fronte del 68% della media pugliese, e che testimonia “un teatro vivo, complementare all’offerta del territorio barese e al terzo posto in Puglia per numero di eventi”, dopo Foggia e Barletta. 

Il programma è stato infine illustrato da Elisabetta Tonon, che ha ribadito che “il teatro e l’arte non si fanno con i numeri e i resoconti spesa, ma il lavoro del teatro e di questa amministrazione è stato quello di creare, formare e indirizzare il suo pubblico, che è sempre più critico, sempre più affamato di arte e non di cibo”. Quest’anno il fil rouge che lega tutti gli spettacoli del cartellone è quello della crescita, del passaggio dall’età infantile, momento dell’ingenuità e dell’incapacità di scegliere, all’età adulta. Gli appuntamenti sono per un pubblico di ragazzi di età più o meno variegata, ma “anche gli adulti potranno essere coinvolti dalle trame di alcuni”.

Il cartellone prevede un primo spettacolo il 22 gennaio alle ore 18 con Vassilissa e la Babaracca dell’Associazione Culturale Kuziba, e prosegue il 5 febbraio alle ore 18 e 21 con Brundibar, prodotto dal Coro Caffarelli. La programmazione continua poi il 19 febbraio alle ore 18 con Il Re Clown, produzione teatrale di Skenè, e successivamente il 5 marzo alle ore 18 con Il tesoro dei pirati, de La Fattoria degli Artisti. Infine saranno in scena il 19 marzo alle ore 18 La regina delle nevi, nella produzione di Armanaxa Teatro, e il 2 aprile alle ore 18 Hansel e Getrel – Mangiadisk, prodotto da Cantieri Teatrali Koreja.