Memento per ricordare le grandi tragedie del Novecento

Federica Monte
di Federica Monte
Cultura e Spettacoli, Video
28 gennaio 2017

La rassegna è stata inaugurata ieri e proseguirà sino al 10 Febbraio

Si è svolta ieri sera presso il Torrione Angioino l’inaugurazione della quinta edizione di Memento - Il format, nato con l’amministrazione Abbaticchio che intende commemorare con un ciclo di incontri, letture e spettacoli gli eventi della Shoah e dei massacri delle Foibe, ricordati tra il 27 gennaio, Giornata della Memoria, e il 10 febbraio, Giornata del Ricordo.

Nell’ambito della rassegna, il Liceo Linguistico Els ha organizzato ‘Nessuno potrà dire … non lo sapevo’, progetto ricco di appuntamento. Dalle 18.30 si sono susseguiti numerosi appuntamenti: l’apertura della mostra fotografica “Nessuno potrà dire … non lo sapevo” di Nicola Bastiani e Fabio Santomauro, seguita da “Sulle corde della memoria”, nell’esecuzione di Chiara Lasaracina, studente del Liceo Linguistico ELS e una conversazione sui Genocidi e sul Negazionismo, alla quale hanno partecipato il Prof. Ugo Villani, ordinario di Diritto internazionale presso l’UniBa e di Diritto dell’Unione Europea presso la LUISS ‘G.Carli’ e il giornalista Sabino Paparella.

Alle ore 21.00, in contemporanea presso il Teatro Traetta si è svolto invece il “Recordare”, il concerto dell’Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari, guidata dal Maestro Vito Clemente. Sono state eseguite musiche di La Rotella, Shostakovich e Anselmi, che ha composto una suite apposta per Memento. 

Tra gli altri appuntamenti della rassegna, il 28 gennaio alle ore 19.30 presso il Torrione Angioino Gianni Lillo, attore bitontino, eseguirà la performance teatrale “Uccidimi”. Il 31 gennaio alle ore 11, presso il Torrione Angioino, il Liceo Linguistico ELS curerà la presentazione con Fabio Santomauro, autore del libro “La città che sussurrò”, vincitore del premio Andersen 2015 di letteratura per ragazzi. Il 2 febbraio alle ore 19.30, presso il Torrione Angioino, Mariella Vitucci modererà la presentazione,  a cura del Liceo Linguistico ELS,  del libro “Yigal Leykin. Una vita qualunque” con l’autore Yigal Leykin, figlio di sopravvissuti ai duri colpi della Seconda Guerra Mondiale. Il 3 febbraio alle ore 21, presso Teatro Traetta, appuntamento con la Stagione Off, con lo spettacolo “Stupidorisiko - una geografia di guerra”, prodotto da Emergency OngOnlus.  Il 6 febbraio alle ore 17 presso il Teatro Traetta, a cura dell’Istituto Comprensivo Statale “Cassano-De Renzio”, ci sarà l’incontro “I Madiano e gli Uhlfelder: due storie di ansia, paura e privazioni nell’Europa travolta dal Nazi-Fascismo”, con il testimone Sami Madiano, uno degli ultimi sopravvissuti ad Auschwitz-Birkenau. Alle ore 19.30, presso il Torrione Angioino,il Liceo Linguistico curerà l’appuntamento “Gli Ultimi martiri del Risorgimento. Gli incidenti per Trieste italiana nel novembre 53”, con il prof Michele Pigliucci, dottore di Ricerca in Cultura e Territorio Uni Roma2 “Tor Vergata” e presidente Nazionale Comitato 10 Febbraio, a cui seguirà il reading di  Francesco Tammacco e Pantaleo Annese della Compagnia “Il Carro dei Comici” di Molfetta.

A concludere la rassegna lo spettacolo l’11 febbraio, alle ore 21, presso il Teatro Traetta, con “Au bon cafè da Miranda - Roma 1943”, spettacolo teatrale degli studenti dell’ITE “Vitale Giordano”.