Okiko inaugura la Stagione Off del Traetta

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Cultura e Spettacoli
12 dicembre 2016

Okiko inaugura la Stagione Off del Traetta

È andato in scena venerdì 'Dov'è Alice?'

È spettato ad Okiko The Drama Company l’onere di inaugurare la Stagione Off di Prosa e Musica del Teatro Traetta di Bitonto, dedicata alle piccole realtà locali ed inaugurata lo scorso anno, che si  compone di 7 spettacoli che andranno in scena il venerdì in un periodo compreso tra il 9 dicembre e il 7 aprile 2017. 

La giovane compagnia teatrale bitontina, nata lo scorso anno, ha presentato “Dov’è Alice?”, spettacolo scritto e diretto dal regista di Okiko Drama Piergiorgio Meola. La pièce, ambientata nell’immaginario “Paese delle Meraviglie” del celebre scrittore Lewis Carroll, si apre con la presentazione a cura di Rosa Masellis, nei panni dello Stregatto, e narra le vicende di Marianna – impersonata da Stefania Sannicandro. La fanciulla, ricoverata in un manicomio, mentre sta dialogando con Michele D’Amore – nei panni del dottore – si ritrova catapultata in un luogo magico dove tutto le risulta essere bizzarro e grottesco. In questo nuovo mondo surreale, governato dalla paura e dal terrore, Marianna incontra sul suo cammino numerose creature, come il bianconiglio – aka Luigi Bianco –; il cappellaio matto – alias Giuseppe Visaggi –; e la pecora – rappresentata da Teresa La Tegola –; che la scambiano per Alice (alter ego di Marianna, ndr). Ad un certo punto, gli abitanti del Paese delle Meraviglie capiscono che in realtà Marianna non è Alice, ma l’ex regina del loro mondo che era precedentemente scappata. Così, tutti i personaggi decidono di aiutarla a riprendere il suo trono e a spodestare la regina di cuori – rappresentata da Piergiorgio Meola – che, nel frattempo, ha preso il suo posto nel governare.

La regina di cuori, tuttavia, è supportata da tre Fiori – Giulia Rucci, Alessio Giannone e Francesca Di Coste – e da un fante – Marco Sabella –, fedele servo dell’antagonista, che rendono difficile l’impresa di Marianna. La giovane, a sua volta, può contare sull’appoggio delle due strambe regine sorelle, Bianca e Rossa – alias Angela Lisi e Ines Froio –, fermamente decise a sconfiggere la temibile regina di cuori. Ne segue un combattimento tra Marianna, che dopo aver ritrovato il suo cuore nello specchio magico – alias Emanuele Licinio – è pronta a riprendersi ciò che le spetta, e la regina di cuori. La prima avrà la meglio e finalmente riprenderà il potere nel Paese delle Meraviglie ponendo fine al regime di terrore instaurato in sua assenza. Così, anche Alice – Alessia Ricciardi – e Alice la pazza – Angela Ubaldino – potranno festeggiare la loro ritrovata libertà. Al termine dello spettacolo, tuttavia, Marianna dovrà decidere se restare nel Paese  delle Meraviglie nel ruolo di regina o ritornare nel nostro mondo: la scelta non sarà affatto semplice.

“Ringrazio tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di “Dov’è Alice”. Abbiamo aperto la Stagione Off del Teatro Traetta e siamo davvero onorati di questo – ha spiegato Piergiorgio Meola, a margine della rappresentazione – Okiko, in un solo anno, è riuscita ad arrivare fin qui. Questo non sarebbe stato realizzabile se non con la collaborazione del Sindaco Michele Abbaticchio e dell’assessore Rocco Mangini”. 

Hanno collaborato alla realizzazione dello spettacolo anche Nicola Cambione e Vincenzo Valla; Power Sound, audio e luci; Saverio Maggio, acconciature; Marina Mundo e Federica Rapio, costumi; Nicola Ventafridda con Silvia Rucci e Angela Ubaldino,scenografia.

Gli eventi targati “In Wonderland” e a cura di Okiko The Drama Company non si fermano a quello in Teatro: sabato 10, si è tenuta la sfilata in stile “Paese delle Meraviglie” a Palazzo Gentile; domenica 11, invece, si è svolta la sfilata di cosplayer della Città Metropolitana e l’evento “A cena con il Cappellaio Matto”. In programma anche, per sabato 17, presso la galleria Mariarte in via Ravanas, l’inaugurazione della mostra pittorica su “Alice nel Paese delle Meraviglie” ed infine, per domenica 18, il flash mob con lo stesso tema che concluderà l’intero programma di eventi.