La sala prove comunale (finalmente) a disposizione delle giovani band del territorio

di La Redazione
Cronaca
29 dicembre 2016
Photo Credits: Lisa Fioriello

La sala prove comunale (finalmente) a disposizione delle giovani band del territorio

Domani l'inaugurazione. La struttura sarà gestita dal consorzio Social Lab

Dopo anni di totale abbandono, la sala prove comunale è pronta a servire la comunità musicale di Bitonto. Domani mattina il locale situato nell’area dell’ipermercato Penny Market, a due passi dal Liceo Scientifico “G.Galilei”, verrà finalmente inaugurato alla presenza delle istituzioni. 

L’immobile è stato completamente ristrutturato e potrà ospitare band e piccole formazioni del territorio, che potranno usufruire di un piccolo impianto audio e di amplificazione e di una batteria entry level. La struttura sarà gestita dal consorzio Social Lab (per un periodo di tempo complessivo di nove anni), secondo le linee del partenariato pubblico-privato previste dal piano Rigenera 167 varato dall’Amministrazione Abbaticchio. I servizi che saranno offerti dalla sala prove, infatti, rientrano nel programma per la qualificazione delle periferie, che comprende, in quella zona, l’orto sociale e il campetto di calcio dedicato a Mario Licinio, inaugurati nei mesi scorsi.

“È un tassello importante per la fascia giovanile della città a cui siamo sempre molto attenti - ha commentato il sindaco Michele Abbaticchio - negli ultimi anni tra sportello InformaGiovani, Servizio Civile e rivalutazione del tessuto commerciale del centro antico sono state create molte opportunità, che aumenteranno presto con il Centro Tecnologico. Senza essere presuntuosi abbiamo dato segnali precisi ai nostri ragazzi”.

Con l’inaugurazione di domani si porrà fine alla gestazione tribolata del progetto, pensato dall’amministrazione Valla. Era il 2009 quando la ditta incaricata di realizzare la struttura che oggi ospita il Penny Market accettò di impegnarsi a costruire un fabbricato da cedere gratuitamente alla città. L’allora governo decise che sarebbe stato utilizzato per attività giovanili nel settore musicale e il vicesindaco Domenico Damascelli e l’assessore alle Politiche Giovanili Ennio Vacca incontrarono più volte una delegazione nutrita di giovani musicisti e, assieme a Giuseppe Maiorano, provarono ad abbozzare uno schema di gestione e usufrutto dell’impianto. Gli incontri, però, non ebbero seguito perchè sorsero problemi di natura amministrativa, legati alla variante al Piano Commerciale disposta all’epoca da Palazzo Gentile. Oggi finalmente risolti.

 

In copertina immagine di repertorio