Dickens a Teatro per sostenere una scuola di Amatrice

Filippo Lovascio
di Filippo Lovascio
Cultura e Spettacoli
23 dicembre 2016

Dickens a Teatro per sostenere una scuola di Amatrice

IC Modugno-Rutigliano-Rogadeo ha portato in scena Canto di Natale. BitontoTV partner tecnico dell'evento

Grande serata di allegria e solidarietà quella dello scorso 22 dicembre, in cui gli alunni dell’Istituto Comprensivo Modugno - Rutigliano- Rogadeo hanno portato in scena al teatro Traetta “Una storia … sotto l’albero”, una rappresentazione ispirata al noto romanzo Canto di Natale di Charles Dickens. 

L’evento è stato realizzato con la collaborazione e la partnership tecnica di BitontoTV che ha curato le riprese dello spettacolo, il cui ricavato è stato devoluto all’Istituto onnicomprensivo di Amatrice, per aiutare i bambini della città simbolo del terremoto del centro Italia a tornare a scuola. 

L’intera macchina organizzatrice, nella figura della preside Angela Pastoressa e di Cosma Damiano Lovascio, professore e regista dello spettacolo, ha puntato sul trasformare il classico della letteratura di tema natalizio in un grande gioco per tutti i ragazzi che hanno recitato, cantato, danzato e suonato, in modo da rendere nella  loro semplicità tutta la complessità della storia di Dickens. Non sono mancati dei piccoli talenti, come quelli di Marco Lovascio, nel ruolo di Scrooge, e Letizia Lauta, che ha eseguito un brano al violino. 

“Ognuno di loro”, ha spiegato il regista, “è stato un tassello che ha formato il mosaico finale. Volevamo rendere loro sempre più protagonisti del palcoscenico, perché la loro spontaneità riesce a insegnare a noi adulti quanto dietro la festa del Natale non ci sia una semplice festa religiosa, ma l’occasione di riscoprire il valore autentico dell’umanità”.

Grande anche la partecipazione degli insegnanti alla realizzazione dello spettacolo: Mirella Vitale per le scenografie, Luigi Lauta per le musiche, Vanna Savino per le traduzioni dei testi in inglese, Maria Concetta Tatulli per le coreografie e Angelo Magarelli per la direzione del coro. “Tutti loro sono stati indispensabili per realizzare questo grande progetto, che voleva mettere insieme la bravura dei nostri alunni con l’invito a non lasciare che il Natale sia oscurato dai nostri comportamenti egoistici e dalle cattive notizie del telegiornale”, ha commentato il regista. 

Se nel gioco e nella simpatia questi ragazzi sono cresciuti e hanno insegnato, vorrà dire che le parole di Michel De Montaigne erano vere e continuano ad esserlo: “I giochi dei bambini non sono giochi, e bisogna considerarli come le loro azioni più serie”.