Una fiaccolata in memoria di Mariagrazia Cutrone

Federica Monte
di Federica Monte
Cronaca, Video
07 novembre 2016
Photo Credits: Lisa Fioriello

Dall'inizio dell'anno sono quasi cento i casi di femminicidio. Una violenza che deve lasciar spazio alla riflessione

98. Sono 98 le donne uccise dall’inizio dell’anno per mano degli uomini. L’ultima di questa triste lista è Mariagrazia Cutrone, la giovane bitontina di 29 anni uccisa a coltellate dal marito nei giorni scorsi, ricordata sabato scorso dalla cittadinanza con una fiaccolata per le vie del centro. 

Secondo i dati Istat nel quinquennio 2009/2014 le donne ad aver subito violenza sono stata ben 6 milioni e 788 mila: una su tre. Lo stesso rapporto, pubblicato il 5 giugno 2015 e facente riferimento all’anno 2014, evidenzia la diminuzione dei femminicidi al Sud, rispetto alla crescita dell’8,3 % al Nord. In Lombardia sono state registrate ben 30 vittime, in Puglia solo 4.

Gli episodi di violenza generano delle riflessioni sullo spazio occupato dalle donne in famiglia come a lavoro. Cosa manca, quanto ancora si dovrà lottare per essere sicure almeno tra le mura di casa? Ancora oggi – per alcune – i diritti sono guadagnati solo in funzione dei doveri. La donna non esiste mai senza la propria immagine, senza tutte quelle infinite cose che ci si aspettano da lei. Le identità femminili si sono moltiplicate: la moglie, la madre, la lavoratrice, la nubile, l’emancipata, ma quello che rimane in comune è il sentimento di solitudine e di impotenza.

«Donne! Donne, quando smetterete di essere cieche?» scriveva Olympe de Gouges, poco prima di pubblicare la Déclation des droits de l’homme et du citoyen il 26 agosto del 1789. Cosa è realmente cambiato della condizione della donna da quel XIX secolo che ha visto nascere il movimento del femminismo? Quanto è realmente grande per le donne il campo delle possibilità in questa modernità? È davvero soggetto attivo, individuo a pieno titolo, attrice politica e cittadina? Perché sentire ancora la necessità di rivendicare la propria libertà se le spetterebbe di diritto? 

 

Clicca qui per la gallery completa

IMG_1518.jpg
IMG_1602.jpg
IMG_1456.jpg
IMG_1498.jpg
IMG_1507.jpg
IMG_1464.jpg
IMG_1604.jpg
IMG_1477.jpg
IMG_1581.jpg
IMG_1588.jpg