Come la vicenda Palombaio potrebbe fare da preludio alla nascita di una sezione 'Noi con Salvini'

Savino Carbone
di Savino Carbone
Politica, Cronaca
16 novembre 2016
Photo Credits: FanPage

Come la vicenda Palombaio potrebbe fare da preludio alla nascita di una sezione 'Noi con Salvini'

Sui social è comparsa una pagina. Il coordinatore regionale conferma le volontà di un gruppo di cittadini

Può un episodio di cronaca sdegnare così tanto da far nascere un movimento? Se si parla di Bitonto e di "Noi con Salvini", probabilmente sì. Nelle scorse settimane sui social network è comparsa una pagina fan dal nome “Noi con Salvini - Bitonto”, che ha destato più di qualche perplessità.

A “scatenare” l’impetus dei sostenitori di Salvini la vicenda del Centro di Accoglienza che sarebbe dovuto sorgere a Palombaio. La pagina Facebook, infatti, è nata all’indomani delle dichiarazioni di sostegno al gruppo di protesta della frazione rese pubblicamente dal leader del Carroccio e dell’omonimo movimento (che campeggiano come un monito sull’immagine di copertina).

“Siamo stanchi di dover sopportare una situazione invivibile, siamo stufi di vedere il nostro territorio abbandonato a sè stesso. A Palombaio un gruppo di cittadini è riuscito a fermare l'ennesima operazione che voleva portare immigrati a casa nostra, e soldi nelle tasche di chi gestiva il centro di accoglienza. Siamo stufi di vivere in una zona che non ha nulla, piena di delinquenti italiani e stranieri e con poca polizia. Molti di noi sono disoccupati, ma a Bitonto il pd si preoccupa soprattutto di immigrati. Per noi nessun centro, nessun aiuto, nessuno ci paga il pranzo - si legge nel primo post della pagina - Basta col pd! L'unico politico che ha speso una parola di solidarietà nei nostri confronti è stato Matteo Salvini, e noi gli siamo grati. E da oggi saremo noi con Salvini! Viva Bitonto e la sua gente!”.

La nota, seguita da commenti come “A breve ci vedrai nelle strade di Palombaio, Mariotto e Bitonto”, ha fatto subito pensare ad una mobilitazione popolare per la creazione di una sezione locale. E se dalla pagina non arrivano risposte, è Rossano Sasso a svelare alcuni dettagli. Il coordinatore pugliese del movimento, contattato da BitontoTV, ha spiegato come, nelle ore successive lo scandalo di Palombaio, un gruppo ristretto di cittadini di Palombaio e Bitonto abbiano contattato la direzione regionale del movimento per provare ad aprire una sezione in citt. Al momento, però, sono in corso solamente delle riunioni preliminari e nulla è stato deciso. “Voglio capire se in città ci sia una volontà precisa che sia slegata dal singolo episodio di cronaca” ha precisato telefonicamente Sasso.

Resta da capire il reale appeal del movimento in una città come Bitonto, che conserva una tradizione politica molto diversa dalle altre città del Nord Barese, come Corato, dove “Noi con Salvini” è molto attiva. Certo è che gli incontri preliminari sono partiti e, pensando alle prossime Amministrative, la comparsa del movimento potrebbe costituire una interessante novità nell’arido scenario abitato dalle storiche forze di destra locali.