'Sergente Romano' sarà presentato domani al Torrione

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
27 ottobre 2016

'Sergente Romano' sarà presentato domani al Torrione

Il romanzo di Cardetta è dedicato al tema del brigantaggio

Venerdì 28 ottobre, alle ore 18:30, presso il Torrione Angioino di Bitonto, la Libreria del Teatro presenta il libro “Sergente Romano” (Liberaria editore, 170 p, € 12), di Marco Cardetta. Il romanzo storico, uscito in libreria lo scorso Aprile, tratta in maniera originale e innovativa il tema del banditismo post-unitario, il cosiddetto “brigantaggio”.

“1861: l’Italia (quasi) unita è il caos di una nascente nazione, un guazzabuglio di fazioni in contrasto, tra borbonici, mazziniani, liberali, clero e i Savoia che smantellano il passato regime, introducono tasse e coscrizione. Sergente Romano è la storia vera e sgangherata di un manipolo di sbandati che il 28 luglio 1861 assaltò Gioia del Colle, in Puglia, quale primo atto di un’insurrezione popolare che avrebbe incendiato il Sud Italia negli anni a venire - si legge nella quarta di copertina del testo - A capo di quel manipolo di grotteschi, lirici rivoltosi dalla parte sbagliata della storia, Pasquale Domenico Romano, ex sergente dell’esercito borbonico, che per casualità, amore e vendetta, finirà per essere ricordato come uno dei più importanti protagonisti del banditismo post-unitario: il più romantico, il più sconosciuto. Tra numerosi documenti storici e una prosa scattante, asciutta, scorre crudo e selvaggio questo romanzo che vuol dare voce ai vinti, quei contadini incapaci di reggere un fucile in mano, che spesso finivano fuori legge quasi senza accorgersene. Il ritratto di un’epoca di transizione che sembra non voler ancora finire”.

Relatore della serata sarà il giornalista Marino Pagano. Interverrà Rino Mangini, assessore al Marketing territoriale del Comune di Bitonto.

Nell’occasione sarà anche annunciata la replica bitontina dello spettacolo collegato al libro “Voci di sbandati – recital concerto per orecchi fini sulla controrivoluzione all’Unità d’Italia”, di e con Marco Cardetta, musiche dal vivo di Roberto Salahaddin Re David.

Il libro e lo spettacolo sono parte di un progetto di canto omerico del territorio, nel quale il brigantaggio è solo un epifenomeno, un pretesto e un genere per parlare di Sud e di Mediterraneo. Al libro e allo spettacolo si coniugano attività di trekking, escursioni e storytelling sui luoghi del brigantaggio, con turisti italiani e stranieri, nonché con attività laboratoriali con le scuole.