Leo Palmisano e BitontoTV raccontano i ghetti all'Università

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
05 ottobre 2016

Leo Palmisano e BitontoTV raccontano i ghetti all'Università

Verrà presentato il lavoro fotografico 'In da Ghetto'. Appuntamento giovedì in Ateneo. Evento promosso da Spazio Comune

Un viaggio per parole e immagini nei “ghetti” vergogna dell’Italia. Giovedì 6 Ottobre, all’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” si parlerà di caporalato con Leonardo Palmisano, docente di sociologia urbana al Politecnico barese, e autore, assieme a Yvan Sagnet di “Ghetto Italia”, un lungo reportage sul fenomeno dello sfruttamento nelle campagne edito da Fandango Editore. 

Palmisano racconterà del viaggio che ha percorso lungo l’Italia da nord a sud tra ghetti paesi piegati dalla piaga del caporalato. In questi luoghi “infernali” vivono i braccianti agricoli di origine straniera, “senza voce e senza luce”, rinchiusi in “ghetti a pagamento” fuori da ogni forma di civiltà, lavorando duramente per soddisfare i bisogni dettati dal capitalismo agricolo italiano e altre istituzioni commerciali “mute” al riguardo. 

Assieme a Palmisano interverrà Savino Carbone, direttore di BitontoTV, e autore, assieme a Sabino Paparella, Lisa Fioriello e Antonio Valenza, di un reportage scritto e fotografico sui ghetti di Rignano Garganico e Nardò. Le foto, realizzate da Lisa Fioriello, Antonio Valenza e Savino Carbone, saranno proiettate durante l’incontro. 

Appuntamento a giovedì, nell’aula V dell’Ateneo alle ore 16:30. La presentazione, moderata da Anna Capriati, è organizzata da Spazio Comune.