La carica dei Cinque Stelle

Filippo Lovascio, Savino Carbone
di Filippo Lovascio, Savino Carbone
Politica
03 ottobre 2016

La carica dei Cinque Stelle

Ieri l'Assemblea Costituente. I grillini si preparano al 2017

I Cinque Stelle iniziano a porre le basi per la prossima campagna per le Amministrative. Ieri pomeriggio, al Sancti Nicolae Convivium, si è tenuto il primo appuntamento dell'Assemblea Costituente del Movimento Cinque Stelle, sotto l'egida dell'onorevole Francesco Cariello.

"La politica deve essere in grado di avere lungimiranza - ha spiegato il deputato grillino, durante l'introduzione ai lavori - oggi siamo gli unici che pensano a progettualità a lungo termine". L'obiettivo dell'Assemblea dovrà essere quello di presentare una lista unica, "che sarà decisa dai cittadini" (assieme alla squadra assessorile) perchè "l'identità politica è data dai cittadini", ha assicurato Cariello.

Una tappa importante per tracciare la road map dei cinque stelle, che finora non hanno mai costituito un fronte unico: basti pensare alla vicende dei Grilli Bitontini e di Bitonto in Movimento, negli ultimi mesi divisi da numerose spaccature, o agli attacchi interni subiti da Francesco Cariello.

Tra i desiderata di Cariello per il programma Cinque Stelle la cultura, la valorizzazione del mondo agricolo e le competenze, quelle necessarie per governare.

Di qui alla prossima primavera la strada è lunga e i pentastellati dovranno costruire un progetto che abbia appeal in una tornata, quella per le Amministrative, che risponde a regole diverse da quelle sovracomunali, e per questo più insidiosa. Fondamentale, in questo senso, sarà la scelta del candidato sindaco - considerato che, dall'analisi dell'attuale quadro politico locale, non si prevedono apparentamenti, almeno al primo turno - ma anche l'utilizzo del simbolo Cinque Stelle. La responsabilità è grande e i grillini non vogliono farsi trovare impreparati al primo banco di prova locale dopo l'exploit del Movimento negli ultimi quattro anni, a livello regionale e nazionale.