Cosa c'è dietro la festa dei Santi Medici? Parla don Vito Piccinonna

Sabino Paparella
di Sabino Paparella
Cultura e Spettacoli, Video
12 ottobre 2016

Lunga intervista con il sacerdote che ha ricevuto la gravosa eredità di don Ciccio Savino

 

Originario di Palombaio, trentanove anni di vita e quattordici di messa, già Assistente nazionale dell’Azione Cattolica per il settore giovani, attualmente Direttore dell’ufficio diocesano Caritas, don Vito Piccinonna un anno e mezzo fa ha sostituito Mons. Francesco Savino alla guida della Parrocchia, del Santuario e della Fondazione intitolati ai Santi Medici Cosma e Damiano.

A pochi giorni dalla tradizionale intorciata della terza domenica di ottobre, che celebra la festa esterna dei santi, la più partecipata del calendario devozionale bitontino, lo abbiamo incontrato per una conversazione a tutto tondo sul culto bitontino di Cosma e Damiano e le opere ad esso connesse.

Dal valore della santità dei Medici (su cui avevamo già scritto anni fa: http://www.bitontotv.it/cms/news/118/68/I-Santi-Medici-non-chiedono-soldi/) al significato della pietà popolare per i giovani, dalla polemica sulla contaminazione economica della festa a quella, esplosa già qualche anno fa (http://www.bitontotv.it/cms/news/5837/69/http://www.bitontotv.it/cms/news/5837/69/)  sulla partecipazione di esponenti della malavita locale alla processione, sino ai rapporti della Fondazione con la politica cittadina, il parroco-rettore si è concesso a lungo ai nostri microfoni.

In alto il video integrale dell’intervista.