BitontoTV ha incontrato Fabio Treves

Alessandra Savino
di Alessandra Savino
Cultura e Spettacoli, Video
06 settembre 2016
Photo Credits: Lisa Fioriello

Il grande armonicista è stato il superospite del Bitonto Blues Festival 2016

A calcare l'ormai internazionale palcoscenico del Bitonto Blues Festival nella seconda serata è stato l'attesissimo Puma di Lambrate. Un soprannome, quello del grande Fabio Treves, nato, come lui stesso racconta, diversi anni fa. Fu proprio un giornalista che, in occasione di un concerto in Italia di John Mayall, detto a sua volta "il Leone di Manchester", affermò: "Non dimentichiamo, però, che noi qui a Milano abbiamo Fabio Treves, 'il Puma di Lambrate'". E da allora il re del blues italiano, affiancato dalla storica Treves Blues Band, ha girato il mondo portando le note della sua 'magica' armonica nei più importanti festival blues.

Non poteva, quindi non approdare con entusiasmo nella meravigliosa Piazza Cattedrale di Bitonto, sabato 3 settembre, con quella carica adrenalinica che contraddistingue la cosiddetta musica 'del diavolo'. Quella stessa carica che solo qualche mese fa l'ha portato ad aprire a Roma uno dei più attesi concerti in Italia, inaugurando quel palcoscenico che subito dopo avrebbe ospitato l'intramontabile voce di Bruce Springsteen. Dunque, reduce da un'esperienza a dir poco indimenticabile, Treves non ha mostrato meno energia e gioia di esibirsi dinanzi al pubblico della kermesse bitontina dichiarando, anzi, di aver provato un'emozione pari a quella che l'ha travolto in occasione del concerto del Boss. Un'esibizione che ha coinvolto l'intera piazza pronta, non solo a portare il tempo, ma addirittura a scatenarsi sulle note blues della TBB ricreando nel cuore del centro storico di Bitonto le elettriche atmosfere di una Chicago anni '40.

Ma non solo, le performance del Puma di Lambrate sono un vero viaggio fra le tappe storiche di questo inconfondibile genere musicale passando dai canti di lavoro a quelli arcaici e campagnoli fino alle più moderne corde del blues. Così, dopo oltre quarant'anni di una straordinaria carriera, all'insegna di collaborazioni da far invidia a chiunque, tra cui quelle con Sunnyland Slim, Johnny Shines, Homesick James, Billy Branch, Dave Kelly, Paul Jones, Alexis Korner, Bob Margolin, Sam Lay, David Bromberg, Eddie Boyd, Mike Bloomfield, Treves ha salutato l'edizione 2016 del Bitonto Blues Festival senza nascondere la voglia di tornare in futuro a calcare questo palcoscenico.

Unico musicista italiano ad aver suonato dal vivo con il grande Frank Zappa, nonché primo bluesman ad aver portato il suo genere anche all'interno dei teatri italiani, il Puma di Lambrate non poteva che essere guest star d'eccellenza di un festival che oggi in Puglia è fra i più rinomati nell'ambito di un genere musicale che come lo stesso Treves ha affermato "fa bene alla salute".

 

In copertina foto di Gaetano Lo Porto

Clicca qui per la gallery completa del Bitonto Blues Festival

IMG_6708.jpg
IMG_5723.jpg
IMG_5469.jpg
IMG_7421.jpg
IMG_7612.jpg
IMG_5401.jpg
IMG_5283.jpg
IMG_6739.jpg
IMG_7615.jpg
IMG_5188.jpg