Annamaria Giangregorio, tra i dieci arbitri donna di rugby

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Video, Sport
09 settembre 2016
Photo Credits: Antonio Valenza

Originaria di Bitonto ha iniziato la carriera da giocatrice. L'intervista

Negli ultimi anni, a Bitonto, il rugby è uno dei tanti sport che è riuscito ad affermarsi e a detronizzare quello che, da tanti decenni ormai, è ritenuto lo sport nazionale e di maggior rilievo nella nostra penisola: il calcio. La caparbietà e l'amore per la "palla ovale" di alcuni nostri concittadini ha permesso, in un primo momento, la fondazione di una società sportiva con sede a Bitonto – l'Omnia Rugby Bitonto (A.S.D. Rugby Bitonto 2012 è la nuova denominazione da agosto 2016, ndr) – e, successivamente, la diffusione della disciplina sportiva in questione tra le innumerevoli decine di ragazzi, e ragazze, interessati.

Non tutti i rugbisti bitontini hanno deciso di continuare la propria carriera da atleti, altri vi hanno preferito l'altrettanto caparbia vita da arbitro. Annamaria Giangregorio, bitontina classe 1989, è – ad esempio – una dei dieci arbitri donna a livello nazionale. Inizia la sua carriera sportiva come giocatrice nelle "Tigri Rugby Bari", storica squadra di rugby barese creata nel 1980, per poi fondare l'A.S.D. Pantheress Rugby Girls Team, primo società di rugby femminile di tutta la Puglia. Infatti, il sodalizio, diretto da Mirko Cellamare, nasce nel 2012 per volontà di alcune atlete pugliesi di portare il rugby femminile anche nella nostra regione.

 

 

Annamaria diventa il capitano del team e conduce le "Pantere" in giro per l'Italia tra campionati, tornei e Coppa Italia, ma contemporaneamente intraprende una nuova strada da arbitro delle squadre giovanili pugliesi. In seguito, sceglierà di abbandonare il rugby giocato e di dedicarsi unicamente all'arbitraggio tentando l'ardua impresa di scalare le gerarchie rugbistiche sino alla vetta. Negli anni, maturando esperienza sui vari campi di gioco del Sud Italia, riesce perfino a dirigere le partite delle squadre seniores del campionato interregionale di Serie C maschile e, successivamente, una volta promossa al settore nazionale, comincia ad arbitrare anche la Serie A femminile nel Centro – Sud Italia divenendo, come già detto, una dei dieci arbitri donna dell'intera Italia. Attualmente, Annamaria si sta preparando per la nuova stagione sportiva 2016-2017 che la vedrà nuovamente protagonista nella Serie A femminile sui campi di rugby del Centro e Sud Italia.