Varianti al PRG e debiti fuori bilancio: Consiglio lampo prima delle vacanze

di La Redazione
Politica
04 agosto 2016

Varianti al PRG e debiti fuori bilancio: Consiglio lampo prima delle vacanze

L'aula si è riunita per l'ultima volta prima del rush finale

Con l’assolvimento di alcuni adempimenti tecnici il Consiglio Comunale va in vacanza. L’assise si è riunita ieri per approvare alcuni provvedimenti meramente tecnici dopo la seduta dello scorso venerdì in cui è stato licenziato l’aumento della Tari.

Il Consiglio ha discusso (e approvato con i voti della maggioranza, ndr) una variante urbanistica al Piano Regolatore per consentire a dei privati di completare la realizzazione di un edificio. Nessuna tensione in aula, salve alcune remore espresse dal dem Natilla e da Damascelli che ha chiesto all’Amministrazione di occuparsi di tutte le situazioni in stallo che mettono in seria difficoltà proprietari di terreni edificabili e imprese attive nel mondo delle costruzioni. Per il forzista la Giunta Comunale avrebbe fatto poco in materia di Urbanistica.

Nessun problema nemmeno per le variazioni di bilancio (che riguardano alcune somme da impiegare per le Officine Culturali, ndr) e l’iscrizione di alcune associazioni all’albo comunale: su quest’ultimo punto ha relazionato l’assessore Rino Mangini che ha chiesto di sbrogliare la pratica del nuovo regolamento (adesso al vaglio delle commissioni, ndr) e ha annunciato di voler creare un calendario per le iscrizioni che preveda più momenti durante l’anno.

E dopo la richiesta di maggior celerità nelle risposte ai comitati di quartiere inoltrata da Franco Mundo al titolare della delega al Governo Partecipato, l’aula (ormai orfana di quasi tutta l’opposizione, fatta eccezione per Damascelli, ndr) ha licenziato in fretta i numerosi debiti fuori bilancio legati a sentenze del Tar e a competenze professionali. Chiusa la pratica, il Consiglio si è dato appuntamento a settembre, per il rush finale prima della chiusura dei cinque anni di consiliatura.