Piglionica ospite di Arena Rogadeo

di La Redazione
Cultura e Spettacoli, Video
23 agosto 2016

Piglionica ospite di Arena Rogadeo

Il regista presenterà gli ultimi lavori realizzati per band e scrittori

Questa sera, eccezionalmente all'interno della splendida cornice del Torrione Angioino a partire dalle 20:30, "Arena Rogadeo" – l'iniziativa promossa ed organizzata dall'associazione "Just Imagine" con il patrocinio del Comune di Bitonto e il Parco delle Arti -, incontra il racconto musicale del regista Enzo Piglionica. Un appuntamento con i linguaggi di un artista poliedrico reduce dal successo al festival Cortinametraggio dove, per il booktrailer "Pornokiller", ha vinto il Premio Rai Cinema per la qualità cinematografica.

L'autore presenterà i videoclip "Io diventerò qualcuno" di Caparezza, realizzato all'interno del Teatro "Traetta" di Bitonto, ed un video esclusivo live dell'artista molfettese; "Come fiori" dei C.f.f.; "Carnevo" de Il guaio; "Make Love" dei Neri per caso; "Nuntereggaepiù" di Roy Paci. In tanti i musicisti che si rivolgono a Piglionica per la realizzazione dei propri videoclip musicali per l'originalità della tessitura filmica, diventata cifra stilistica del regista. Dialogheranno con il regista la critica cinematografica Carmen Albergo e la giornalista Carmela Loragno.

 

BitontoTV ha incontrato Enzo Piglionica a Dicembre scorso

 

Regista, classe 1973, Piglionica si forma prima nel disegno, passando poi alla fotografia fino ad approdare al video. La formazione nelle arti visive avviene prima nel disegno, passando poi alla fotografia fino ad approdare al video. Con l'intento di trasformare in professione le esperienze artistiche fonda Vertigo imaging nel 2001, un'azienda dedita all'offerta di servizi legati alla creatività visiva per la pubblicità, il cinema, televisione, l'editoria. Tra i principali clienti: EMI, Universal Music, Sony, Fandango. In ambito documentaristico, di particolare rilevanza sono "Intervista a Paolo Portoghesi", commissionata dalla Facoltà di Architettura dell'Università di Bari, e "Pietre di Puglia", presentato all'interno della Biennale di Venezia - X Mostra di Architettura. Nel corso del 2014 diversi riconoscimenti hanno premiato il lavoro filmico Bella di Papà portandolo, tra l'altro alla finale dei Nastri d'Argento nella sezione cortometraggi.