Perchè facciamo l'amore? Il prossimo giovedì un sApericena hot

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
02 agosto 2016

Perchè facciamo l'amore? Il prossimo giovedì un sApericena hot

Speaker Antonio Lombardi. Consumazione a cura di Spleen Cafè

Un sApericena hot, in sintonia con il caldo torrido di questi giorni. L'aperitivo culturale che ha rivoluzionato il significato della movida bitontina si confronterà il prossimo giovedì per il suo settimo appuntamento, sempre alle ore 18:30 nell'atrio della Biblioteca Comunale "Eustachio Rogadeo", con l'argomento scabroso per eccellenza, il sesso.

Tra filosofia, biologia e letteratura, un viaggio tra le forme e le ragioni della riproduzione umana, accompagnato da un menù immancabilmente coordinato, tra piccante e frutto della passione.

"Perché facciamo l'amore? Corpo e sessualità tra Darwin, Hegel e Wallace", questo il titolo del sApericena. La maggior parte di noi si è soffermata almeno una volta a chiedersi quale sia il significato del nostro relazionarci eroticamente al rispettivo partner. Cosa ci spinge a fare l'amore? Perché lo desideriamo? Se per la filosofia queste rimangono delle domande aperte, per la biologia evoluzionista la ragione per cui le creature si accoppiano rimane un problema controverso. Partendo da Darwin e dalla sua teoria, proveremo insieme a vedere quali siano le risposte che l'evoluzionismo non riesce a darsi e, attraverso la filosofia della natura di Hegel, quelle che può offrire il pensiero filosofico. Alcune suggestioni dello scrittore David Foster Wallace illumineranno i rischi che corriamo nell'attuale modo di intendere la sessualità.

Speaker della serata Antonio Lombardi, dottorando di ricerca in Filosofia e Storia della Filosofia presso l'Università degli Studi di Bari. Si è occupato dell'opera del filosofo colombiano Nicolás Gómez Dávila e di filosofia italiana del Novecento, con particolare attenzione alla metafisica di Gustavo Bontadini e di Emanuele Severino. Attualmente le sue ricerche vertono sulla filosofia della natura di matrice hegeliana e sui suoi rapporti con la teoria dell'evoluzione. Ha pubblicato: "Logica della Presenza. Il problema dell'ontologia come problema della mediazione" (2013) e, con Gabriele Zuppa, "Nicolás Gómez Dávila e la modernità" (2015). Ama bere Negroni e cordiali italiani dal fascino vintage come il Biancosarti e il Rabarbaro Zucca.

 

Appetizer: tartine con mayonese al frutto della passione e gamberetti
Beverage: macedonia di succhi
Food: panini gourmet in due varianti: soppressata piccante, ricotta e rucola / polpa di fichi e capocollo
La consumazione dell'apericena, eccezionalmente a cura di Spleen Cafè Letterario Ristoart, ha il costo di 5 euro.