La Regione denuncia 'ritardi' sulla Sanb, l'Aro presenta un nuovo cronoprogramma

di La Redazione
Politica, Cronaca
27 luglio 2016

La Regione denuncia 'ritardi' sulla Sanb, l'Aro presenta un nuovo cronoprogramma

Secondo il nuovo documento lo start-up si concluderà a Novembre

I clamorosi ritardi sulla SANB hanno costretto la Regione ad intervenire con una nota di richiamo firmata dall'assessore regionale Damiano Santorsola. Per il delegato della Regione ci sarebbero stati "evidenti ritardi nell'attuazione del cronoprogramma", tanto da mettere in dubbio le "condizioni per la prosecuzione del percorso unitario avviato".

Costituta il a fine 2014, la SANB, sulla carta, dovrebbe essere il nuovo soggetto che si occuperà di rifiuti e igiene urbana nei comuni dell'Ambito di Bitonto, Corato, Molfetta, Terlizzi e Ruvo. La società, tuttavia, non è mai stata operativa non avendo né mezzi né personale tecnico-amministrativo. Le trattative sul Cda e le questioni legate alle partecipate di Molfetta e Corato, infatti, hanno bloccato l'iter di start-up.

L'esperimento ARO, nonostante sia stato tra i pochi risparmiati dal commissariamento, è finora stato deludente. Ecco perchè la Regione vuole vederci chiaro. Ninni Gemmato, presidente d'Ambito, ha convocato nei giorni scorsi una riunione e ha stilato un nuovo cronoprogramma, presentato alla Regione: secondo il documento firmato dal Sindaco di Terlizzi le fasi di avvio della Sanb si concluderanno entro metà Novembre, quando scadrà il termine (auto)imposto per la presentazione della richiesta di iscrizione all'Albo Nazionale dei Gestori Ambientali.

Di mezzo tanti adempimenti tecnici, come la verifica della disponibilità delle basi logistiche nei vari Comuni (entro Ottobre), la definizione dell'accordo sindacale per i lavoratori (sempre entro Ottobre, a tal proposito è stato redatto un avviso pubblico per la ricerca di un giuslavorista), la bozza di contratto per l'affitto dei mezzi che l'ASIPU di Corato metterà a disposizione della SANB.