Welfare. Progetto Comune risponde al PSI: 'La maggioranza sempre attenta, voi no'

di La Redazione
Politica
11 giugno 2016

Welfare. Progetto Comune risponde al PSI: 'La maggioranza sempre attenta, voi no'

La lista civica polemizza con i socialisti a margine dell'interrogazione di Masciale

Sul welfare si consuma il botta e risposta a distanza tra Progetto Comune e il Partito Socialista Italiano. Nei giorni scorsi la lista civica che sostiene la maggioranza, con una interrogazione del consigliere Matteo Masciale, aveva indicato all'assessore Franco Scauro alcune delle buone prassi adottate in altri Comuni in materia di sociale, suggerendo l'attivazione di un Osservatorio dedicato alla questione povertà.

I socialisti, dal canto loro, avevano risposto con una nota stampa in cui rivendicavano la bontà delle scelte dell'assessorato di riferimento. PC, di tutta risposta, ha diramato un comunicato in cui, in attesa della risposta di Scauro, spiega i motivi dell'iniziativa. Non senza polemiche. "Premettendo l'inusualità di una nota di carattere politico a firma della Segreteria Politica del PSI e del suo Gruppo Consiliare che anticiperebbe una risposta ad una interrogazione consiliare di stampo amministrativo, non possiamo che prenderne atto come Progetto Comune e fornire una replica seppur stringata per non lasciare alla Città una visione quantomeno parziale di talune circostanze - si legge nella nota - L'interrogazione consiliare inerente la "lotta alle povertà materiali" trova la sua ragion d'essere nell'aver voluto innanzitutto accendere i fari amministrativi dell'Assessore al Walfare dott. Scauro e dell'intera squadra di Governo su Buone Pratiche a cui poter attingere per affrontare e indirizzare una problematica molto delicata, non certo per alimentare inutili quanto dannose diatribe sull'operato politico-amministrativo dello stesso Assessore Scauro, le cui delibere portate all'attenzione del Consiglio Comunale sono sempre state favorevolmente sostenute dal Gruppo Consiliare di Progetto Comune".

In attesa di leggere "la risposta scritta contenente gli elementi tecnici richiesti", "la cui adeguatezza ed esaustività sarà il firmatario dell'interrogazione a dover valutare, preme ribadire che l'attivazione dell'Osservatorio delle Povertà non è una richiesta estemporanea ma risulta essere un punto qualificante del Programma di Governo con il quale la coalizione Abbaticchio ha raccolto la fiducia della maggioranza dei cittadini nel maggio 2012".

"Siamo certi - spiegano da Progetto Comune - che la segreteria politica del PSI ed il suo Gruppo Consiliare ricorderanno il DUP recentemente approvato dalla maggioranza consiliare presente in aula, in cui il primo punto critico da superare nell'ambito dell' "Area Inclusione" di precipua responsabilità dell'Assessorato al welfare è l'istituzione di un Osservatorio Permanente delle Povertà con relativa specifica di finalità. Osservatorio che non può essere identificato semplicemente con la 'miriade di associazioni sparse sul territorio'".

"Infine, pur consapevoli dell'esiguità in generale delle risorse rispetto ai bisogni del territorio, è utile puntualizzare che nell'ultimo Bilancio di Previsione 2016 anch'esso recentemente approvato dalla maggioranza consiliare presente in aula, il Governo Abbaticchio e le forze politiche che lo sostengono hanno finalizzato sulla "Missione 13 Diritti Sociali, Politiche Sociali e Famiglia" direttamente gestita in gran parte dalla struttura Welfare una cifra che supera complessivamente i 15.000.000,00 di euro. Continuiamo ad essere certi che l'assessore Scauro saprà utilizzare nel modo più profiquo per la città tali rilevanti risorse in un periodo storico così difficile per quanto attiene le disponibilità finanziarie - concludono da Progetto Comune - Da quanto molto sinteticamente evidenziato risulta chiaro che l'attenzione in maggioranza che si invoca insieme alle precise scelte politiche ci sembra non siano mai mancate; non crediamo si possa dire ugualmente dell'attenzione del Gruppo Consiliare del PSI verso l'approvazione di atti fondamentali di Pianificazione Strategica per la Città e di Gestione Finanziaria".