InformaGiovani per aiutare chi si affaccia al mondo del lavoro

di La Redazione
Politica, Cronaca
18 giugno 2016

InformaGiovani per aiutare chi si affaccia al mondo del lavoro

Il polo è stato presentato ieri. Sarà attivo a Palazzo di Città. Abbaticchio: 'Aumenta l'offerta in tema di politiche giovanili'

Un polo di riferimento per i giovani su lavoro e formazione. Il Centro InformaGiovani, presentato alla stampa nella mattinata di ieri, sarà il nuovo centro si sostegno ai giovani che, dopo il percorso di studi, si affacciano al mondo del lavoro e della formazione specializzata.

Lo sportello, che avrà sede al piano terra del Palazzo di Città negli spazi un tempo occupati dal centralino telefonico nei pressi dell'ascensore, funzionerà come InformaLavoro e InformaGiovani: si occuperà principalmente di orientare il pubblico giovanile su attività di formazione, lavoro, tempo libero, sport, cultura. Al suo interno sarà attivo anche un Punto Europa con l'obiettivo di fornire informazioni ai cittadini sulle opportunità derivanti dai programmi comunitari-Garanzia Giovani.

Il centro, presidiato a rotazione da due volontari del Servizio Civile, sotto la guida del responsabile del Servizio Informatico, Gabriella Scattone, e del responsabile del Centro, Pasquale Castellano, sarà attivo per le attività di front office il martedì dalle 9.30 alle 13 e dalle 15.30 alle 17.30, il mercoledì e il  giovedì dalle 9.30 alle 13.

"In un momento storico di grave sofferenza per l'occupazione nel nostro Paese - ha spiegato l'assessore Fioriello - è fondamentale per questa Amministrazione recuperare il troppo tempo perduto, a distanza di 20 anni da una precedente analoga iniziativa di successo per i giovani, varando questa importante struttura di supporto per dare ai giovani quante più informazioni possibile sulle opportunità lavorative e culturali. In prospettiva pensiamo di organizzare con regolare periodicità Recruitment Day, grazie alla collaborazione con agenzie interinali. Sono molte le banche dati informativi che qui tutti potranno consultare senza nessun tipo di costo".

Sarà presente anche una postazione, configurata con sistema operativo opensource, a disposizione della cittadinanza per la navigazione internet. Per allestire il Centro InformaGiovani sono stati recuperati arredi e attrezzature non più utilizzati da altri uffici comunali, senza utilizzo di ulteriori spese.

"Questa struttura era stata da noi inserita nel programma di mandato e pone rimedio ad anni di vacatio in questo specifico ambito delle politiche giovanili - ha aggiunto il sindaco Michele Abbaticchio - Qui saranno attivi strumenti informativi che non tutti i ragazzi, anche quelli che utilizzano in modo intensivo internet, conoscono. Attenzione particolare sarà rivolta anche alle info per la creazione di imprese giovanili, verso le quali si va concentrando sempre maggiore attenzione nel nostro Paese. I servizi del Centro InformaGiovani, inoltre, si propongono di contribuire a colmare il gap sulle opportunità formative in Europa per i nostri giovani. Sono convinto che i nostri giovani debbano coglierle per offrirsi una occasione di maggiore qualificazione culturale e professionale da spendere di ritorno nel nostro territorio. Si tratta di occasioni importanti per essere più competitivi in una società, che oggi offre opportunità lavorative diverse da quelle tradizionali del tempo indeterminato e che puntano su alta qualificazione e alta flessibilità organizzativa. Il Centro completa la nostra articolata offerta in tema di politiche giovanili, grazie ad un lavoro completato da Fioriello e avviato da Nacci".

InformaGiovani potrà contare anche sul contemporaneo lancio, da parte di assessore regionale Piemontese, del bando Pin - Pugliesi Innovativi che mette a disposizione dei giovani pugliesi dai 18 ai 35 anni 10 milioni di euro fino al 2020. "Anche per questo bando potremo essere punto di riferimento per i giovani interessati" ha annunciato Pasquale Castellano.