Il Light Paiting in una mostra fotografica a Bitetto

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
06 giugno 2016

Il Light Paiting in una mostra fotografica a Bitetto

Il curatore è Giacomo Milella. Vernissage questa sera all'ex Convento dei Domenicani

L'università della Terza Età "Carpe Di3m", con la collaborazione della Città di Bitetto, organizza la I°mostra fotografica del corso base di fotografia "Life ad Light". Il vernissage è in programma per quest'oggi alle 19.30, presso l'ex convento dei domenicani a Bitetto e sarà possibile visitarla anche il 7 e l'8 giugno dalle 19.30 alle 21.00.

Disegnare con la luce. Questo è il significato della tecnica fotografica del light painting, controllare una sorgente luminosa e utilizzarla come se fosse un pennello. "Le fotografie vengono scattate in una stanza buia e spesso la luce è artificiale, questo dà al fotografo una massima libertà, nello scegliere esattamente quello che si vuole fotografare. Quello che si genera con il light painting va al di là dello stato razionale delle cose. La percezione visiva cambia radicalmente".

 

 

"È una fotografia che oserei chiamare contemporanea, di grande impatto visivo ed emozionale. Le luci e le ombre sono la chiave di tutto, sono i punti cardini di questa tecnica che ho appreso grazie all'osservazione di alcune mostre d'arte di Giulio Spagone, mio carissimo amico, che è stato anche invitato da me a tenere un laboratorio intensivo durante questo corso di fotografia" ha dichiarato Giacomo Milella, curatore del corso e della mostra.

 

 

Argomento dell'esposizione è la vita che trova espressione e sostanza nei quattro elementi – aria, terra, acqua e fuoco - "partendo dal significato etimologico del termine fotografia, scrivere con la luce, noi corsisti abbiamo sperimentato una nuova forma di comunicazione ed arte che coniuga luce e buio, in un intreccio indissolubile di vita e ombre, metafora del vivere stesso" ha spiegato una delle partecipanti.