Il Crocifisso festeggia cinquanta anni di sacerdozio di don Vincenzo Cozzella

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Cultura e Spettacoli
07 giugno 2016
Photo Credits: Federica Crudele

Il Crocifisso festeggia cinquanta anni di sacerdozio di don Vincenzo Cozzella

Da sempre legato a don Milani, il parroco ha incentrato la sua opera sul desiderio di una 'primavera della chiesa'. Il 26 la celebrazione eucaristica con Cacucci

La comunità parrocchiale della Chiesa del Crocifisso di Bitonto ha celebrato la scorsa domenica, presso l'ex Convento dei Cappuccini, il cinquantesimo anno di sacerdozio del parroco don Vincenzo Cozzella.

Nella mattinata e nel primo pomeriggio, il gruppo di animazione ha organizzato, come di consueto da diversi anni ormai, il Luna Park, un momento di gioco e di svago per tutti i bambini, che ha riscontrato un'ottima affluenza di partecipanti. A margine dell'evento, tutti i presenti, coadiuvati dai ragazzi del coro parrocchiale, hanno dato vita ad una coreografia canora dedicata al sacerdote.

 

 

Anche il primo cittadino di Bitonto, Michele Abbaticchio, presente ai festeggiamenti, ha voluto omaggiare l'operato di don Vincenzo: "Questa è una comunità che risiede in un quartiere con molte sfaccettature. Qui mi sento sempre molto accolto da un'aria familiare e dalle tante novità che ogni anno la arricchiscono sempre più. Don Vincenzo è un uomo umile e di lui bisogna apprezzare la forma e l'impegno con cui si approccia a tutte le situazioni. Il suo più grande ringraziamento per tutti questi anni di attività, sia per la sua parrocchia sia per il comune di Bitonto, è avere sempre la sua comunità vicina".

Nato a Bitonto il 20 aprile 1942, Vincenzo Cozzella è stato ordinato sacerdote il 26 giugno 1966. I suoi punti di riferimento sono stati, da sempre, don Lorenzo Milani, sul quale ha incentrato la sua tesi di laurea in Pedagogia, e don Primo Mazzolari. Inizialmente, ha prestato servizio nella vecchia parrocchia di San Silvestro, ubicata nel centro storico cittadino, ma nei primi anni di sacerdozio il suo impegno era dedicato interamente agli anziani della casa di riposo. Nel 1976, è diventato vice parroco di mons. Francesco Fornelli, il quale spostò la storica parrocchia di S. Silvestro - che l'anno scorso ha celebrato 900 anni di esistenza - dalla vecchia sede all'attuale accorpandola alla seicentesca Chiesa del Crocifisso. Nel 1985, invece, è divenuto parroco della stessa.

 

 

I pilastri della sua vita di fede sono stati il Concilio Vaticano II e il desiderio continuo di una "primavera della chiesa". Lo scorso anno, in concomitanza con le celebrazioni del 900° anno di fondazione della parrocchia di S. Silvestro e dei quarant'anni del suo trasferimento nell'odierna sede, don Vincenzo ha celebrato il trentesimo anno dall'inizio del ministero pastorale presso la Chiesa del Crocifisso, nei confronti della quale ha voluto intensificare la linea pastorale dell'approfondimento biblico.

I festeggiamenti proseguiranno fino al 26 di Giugno - giorno in cui cade l'effettivo anniversario -, quando la comunità si riunirà per la celebrazione eucaristica che sarà presieduta da mons. Francesco Cacucci