'I'm-Migrant' contro ogni forma di razzismo

Elita Farella
di Elita Farella
Cultura e Spettacoli
25 giugno 2016

'I'm-Migrant' contro ogni forma di razzismo

Lo spettacolo è stato inserito nei festeggiamenti della Giornata Mondiale del Rifugiato

Lo scorso giovedì 23 giugno, è stato presentato "I'm-Migrant" uno spettacolo ideato in occasione della giornata mondiale del rifugiato dai registi Raffaele Romita e Mariantonia Capriglione.

Lo spettacolo che ha avuto come tema centrale l'immigrazione, ha conservato per tutto il tempo una sottile vena umoristica, mettendo in luce cosa rappresenta (ed ha rappresentato nel periodo della guerra fredda, ndr) l'occidente.

In questa chiave pseudo-comica sono stati analizzati fenomeni come la prostituzione delle donne reclutate nell'Europa dell'est, i viaggi della speranza affrontati in camion o gommoni, la condizione di inferiorità della donna in Africa, facendo leva su quanto sia importante aiutare gli immigrati ad integrarsi.

Ad esibirsi, nella suggestiva cornice del teatro Traetta, sono stati i ragazzi beneficiari del progetto Sprar e del gruppo "Quei bravi ragazzi", che a fine serata sono stati premiati con targhe e medaglie. La direzione e coordinazione dello spettacolo è stata affidata all'associazione "Fatti d'arte".

Sono intervenuti sul palco gli assessori Franco Scauro, Giuseppe Fioriello e Rino Mangini, assieme a Sante Sabatino responsabile del progetto Sprar e don Vito Piccinonna, il quale ha ribadito l'importanza dell'incontrare, ascoltare e accogliere coloro che fuggono dalla guerra e che hanno perso tutto attraverso le toccanti parole di Papa Francesco: "le loro storie e i loro volti ci chiamano a rinnovare l'impegno per costruire la pace".

La serata è stata patrocinata dal Comune di Bitonto, dalla cooperativa Auxilium, dalla Fondazione "Opera Santi Medici Cosma e Damiano", dallo Sprar e dalla FCRP.