Un anno di BitontoTV

Savino Carbone
di Savino Carbone
L'angolo del direttore
04 maggio 2016

La testata festeggia l'anniversario della riapertura

Si aspetta che dall'accadere di un evento passi del tempo immaginato o assunto come tempo che si chiude per avere a che fare con qualcosa di perfetto, di "compiuto". Ad un anno dalla riapertura di BitontoTv non sentiamo certo di dover stilare un bilancio editoriale, ma crediamo che vadano rassegnate alcune considerazioni sulle attività svolte in questo ciclo.

Il 4 Maggio 2015 la testata riapriva i battenti con due obiettivi: portare uno spazio di approfondimento sul web e slegare (almeno in parte) la nostra vision di giornalismo dalle scadenze del day by day. L'incoscienza era tanta, ma nel corso di questo anno è subentrata la consapevolezza dell'importante ruolo che ogni giorno svolgiamo.

Abbiamo sempre pensato che il giornalismo ai tempo del web fosse innovativo per i tempi del mestiere - il rapporto tra i fatti e i tempi di narrazione diventa sempre più asintotico - ma soprattutto per le nuove possibilità espressive. Oggi è abbastanza evidente che BitontoTv, nella sua ri-nascita, ha scelto di puntare sul secondo aspetto. Nel 2008 la BTv visionaria di Marica Buquicchio, Francesco Paolo Cambione e Lara Carbonara, sconvolse i canoni dell'informazione cittadina con le news real time e una prontezza spaventosa. Nel 2016 la storica testata, di cui con orgoglio abbiamo raccolto il testimone, è diventata lo spazio "riflessivo", del focus, dello slow journalism.

Bitonto ha la fortuna di poter contare su un panorama editoriale davvero molto ampio e variegato. Grazie al lavoro dei tanti nostri amici-colleghi è informata costantemente su quanto avviene in città. Per questo abbiamo sentito l'esigenza di ritagliarci uno spazio identitario altrove, in un luogo complementare. Che non disturbasse l'egregio operato dei colleghi e che contribuisse a dare una "vision" più ampia al lettore.

Seguendo questa linea in un anno, ripartendo totalmente da zero, con una nuova piattaforma web e nuovi canali social (sono attivi una pagina Facebook, un canale Twitter, YouTube e Telegram, un profilo Instagram, le app per Windows e Windows Phone), abbiamo raggiunto il mezzo milione di visitatori. Numeri certo non incredibili, ma che confermano la bontà della nostra linea. "Siamo il giornale che si legge dopo le tre" spesso scherziamo. Ma alla fine è una tremenda verità: BitontoTV è lo spazio di "riflessione" con cui ci si confronta a giornata conclusa.

Considerazioni che si possono trasporre anche al settore video, di cui siamo davvero molto orgogliosi. Pensiamo ai reportage dedicati ai rom, alle interviste a ZeroCalcare, Milo Manara, Leo Gullotta, Sabrina Impacciatore, Mauro Giovanardi, Cesko, Canio Bucciarelli, David Lang, James Senese, Giulietto Chiesa, Silvio Raffo, Shirin Ebadi, Erri De Luca, Antonio Sanchez e i Neri per Caso o agli speciali dedicati agli sport cittadini - di cui nel video qui sopra potete notare qualche spezzone. Per non contare il team di streaming che, grazie alla partnership con Go Streaming, ha realizzato tredici dirette, trasmettendone alcune anche sul Digitale Terrestre e collaborando con realtà editoriali di altri territori.

Abbiamo cercato di dare lo stesso imprinting anche in tutti i contesti offline in cui siamo stati impegnati: le partnership con i grandi festival musicali della città, gli spettacoli portati in scena al Traetta con Gianni Lillo, la mostra fotografica Other Stories, la compilation promossa da AssoDeejay.

Un anno davvero intenso, vissuto sempre sull'attenti. Ma che ci ha dato grandi soddisfazioni - inutile citare il Premio Campione "Giornalista di Puglia". E che ci spinge a raddoppiare la posta in gioco per il futuro immediato: sempre con "lentezza" (che non è snobismo) e con il senso di responsabilità che ci contraddistingue. Perchè siamo ciò che leggiamo, e questo vale per tutte le comunità.