Nel weekend la Bitonto dei cortili si apre alla città

Federica Monte
di Federica Monte
Cultura e Spettacoli, Video, Feste Patronali 2016
17 maggio 2016

Nel weekend la Bitonto dei cortili si apre alla città

Arriva Cortili Aperti. Ieri la presentazione. Sfoglia il programma

È stata presentata ieri presso la Libreria Laterza la quarta edizione di Cortili Aperti, la manifestazione promossa dal Comune di Bitonto e dall'Associazione Dimore Storiche Italiane, che gode dell'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e del patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Bitonto, assieme a Lecce, è stata scelta per rappresentare la Puglia, per il quarto anno consecutivo. Gli atri, i musei, i cortili, i giardini, e le chiese – anche quelli inaccessibili durante il resto dell'anno - saranno aperti al pubblico sabato 21, dalle 18.00 alle 22.00, e domenica 22, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 22.00.

 

 

"Non si può affermare di conoscere Bitonto, se non si è visto Cortili Aperti, cioè se non si riesce ad approfondire la conoscenza di questa bellissima creatura che è la nostra città, senza averne visti gli anfratti, il cuore più recondito, più nascosto. Il valore aggiunto di questa manifestazione sono gli studenti che si trasformano in guide turistiche della propria città e ne diventano amanti per eccellenza" ha affermato il primo cittadino Michele Abbaticchio.

Tre gli itinerari proposti: il centro storico, il borgo ottocentesco e i palazzi extramoenia. Anche quest'anno gli abitanti delle frazioni potranno raggiungere Bitonto attraverso l'utilizzo dei bus gratuiti. Novità assoluta di questa edizione è la possibilità per i turisti stranieri di usufruire delle guide in lingua inglese, francese, spagnola, tedesca, albanese, cinese e arabo a cura degli studenti e della cooperativa ReArtù.

 

Scarica il programma in PDF

 

La manifestazione sarà ufficialmente inaugurata sabato alle 18.00 in piazza Cavour con una passeggiata per il centro antico, a cui parteciperanno anche il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il sindaco della città metropolitana, Antonio Decaro, e il rettore dell'Università degli Studi di Bari, Antonio Uricchio.

Numerosi gli eventi proposti per animare questi angoli di storia. Prima fra tutti, l'azione scenica tratta da "Il cavaliere Errante" di Tommaso Traetta, "Di maghi, cavalier, follie d'amor io canto" presso il Teatro Traetta sabato 21 alle ore 21.00, coordinata dall'Orchestra Sinfonica della Città Metropolitana di Bari. Sarà invece inaugurata la mostra fotografica di Piero Amendolara "Paesaggi svelati" presso il Museo Archeologico "Fondazione De Palo – Ungaro", sabato 21 ore 18.00. Domenica 22 dalle ore 18.30, presso la Biblioteca Comunale, sarà possibile assistere in maniera del tutto gratuita al Concerto Sensoriale "Abbiamo tutti un segreto" organizzato da Poesia in Azione e dall'Associazione Culturale Tina Clemente.

"L'ADSI riunisce i proprietari di immobili vincolati. Queste costruzioni, seppur di proprietà privata, sono sotto la sorveglianza del Ministero dei Beni Culturali in quanto sono ritenuti di interesse pubblico. È importante per questo che si conservino nel tempo, attraverso la manutenzione e spese che è indispensabile fare. Un tempo c'erano delle partite compensate, dei vantaggi fiscali che col tempo si sono quasi azzerati, l'associazione combatte per ripristinare queste agevolazioni. I proprietari delle dimore storiche non sono sempre dei fortunati, è opportuno ricordarlo" ha precisato il vice presidente dell'A.D.S.I. Puglia, il notaio Piero Consiglio. "È una grande occasione di valorizzazione e promozione della cultura in chiave turistica per la città di Bitonto – ha spiegato l'assessore al Marketing Territoriale, Rino Mangini -. A maggio la città esprime il meglio di sé grazie a Cortili aperti, alla Festa patronale ed al corteo storico. Una città, quindi, ricca di cultura che prova a traguardare il periodo che stiamo vivendo grazie alle sue eccellenze storiche, artistiche e monumentali".

 

.

 

Per consentire a tutti d'inebriarsi d'arte in sicurezza, fondamentale sarà l'apporto degli uomini del comando della Polizia Municipale che, assieme alle associazioni di volontariato, presiederanno il territorio. Il centro storico sarà inoltre chiuso al traffico. I turisti potranno parcheggiare la loro automobile nel Park & Ride di via Messeni o in piazza Ferdinando II di Borbone e raggiungere il centro con il bus navetta o in bici, grazie al bike sharing assicurato da Velbike. Dalla centrale piazza Marconi partiranno invece le navette gratuite verso i luoghi dell'itinerario "extramoenia".