In migliaia nelle piazze della città: successo per le feste patronali

di La Redazione
Cultura e Spettacoli, Video, Feste Patronali 2016
31 maggio 2016
Photo Credits: Lisa Fioriello

In migliaia nelle piazze della città: successo per le feste patronali

Il presidente Pice: 'Grande soddisfazione'. Il Sindaco: 'La città ha ripagato i nostri sforzi'

Con il concerto di Antonio Da Costa sono terminate ieri le feste patronali in onore di Maria SS. Immacolata. Una edizione che ha registrato una partecipazione di pubblico da record per tutti gli appuntamenti del cartellone messo a punto dal Comitato.

Basti pensare ai cinque giorni di festa da mercoledì a domenica: in migliaia hanno assistito allo scoprimento del quadro e all'accensione musicale delle luminarie curate dalla ditta Faniuolo, altrettanti, il giorno seguente hanno atteso l'arrivo a Porta Baresana della processione dell'Immacolata, senza parlare degli spettacoli in piazza Cavour. L'affluenza maggiore c'è stata sicuramente durante il concerto di Paolo Belli e della sua big band. Gente assiepata, sabato sera, sino alle colonne della Porta e sulla terrazza del Torrione, che si è guadagnata diversi elogi sui social dal musicista.

 

Lo scoprimento del quadro e l'accensione delle luminarie

 

"C'è motivo di soddisfazione perché ho visto una grande partecipazione corale del paese alle diverse manifestazioni organizzate - ha commentato il presidente del Comitato, Nicola Pice - era quello che mi auguravo: una festa partecipata e condivisa". Ha sorpreso il successo dello spettacolo Fontane Danzanti, tenutosi domenica davanti alla Villa Comunale, che ha attirato migliaia di persone per le due repliche serali.

 

L'arrivo dell'Immacolata alla Vergini

 

"Ci sono stati momenti molto intensi dal punto di vista emozionale, spettacolare - ha continuato l'ex Sindaco - ma non dimentichiamo che il tempo della fede è un momento essenziale della festa. Per il resto mi hanno sorpreso le riuscite dei momenti dedicati alla memoria, come il concerto in onore di Angelo Luiso e quello di Mimmo Danza. Come l'esibizione delle orchestre scolastiche sabato pomeriggio e i cori che si sono alternati a Porta Baresana. Ecco in futuro bisognerà incidere proprio sul maggior coinvolgimento delle scuole".

Soddisfatta l'Amministrazione Comunale, che per bocca del sindaco Michele Abbaticchio ha spiegato: "Dare il contributo comunale quuest'anno sul piano amministrativo è stato davvero complesso e frutto di un lavoro di giunta e uffici che è durato quasi un mese. Alla fine, comunque, siamo riusciti a dare le risposte che attendeva il Comitato".

 

Il passaggio della processione da Porta Baresana

 

"Non nego che il rapporto istituito con Pice e l'intera macchina organizzativa del Comitato già in tempi non sospetti ha influenzato le nostra scelte e la nostra determinazione - ha sottolineato il primo cittadino - e la città ha ripagato questo sforzo comune". "I giorni di festa sono stati caratterizzati da alcune polemiche e incidenti sulla sicurezza, che hanno riguardato parti non interessati dagli eventi: su questo facciamo le nostre riflessioni, a conferma che dove siamo noi cittadini il territorio riappropriato diventa migliore".

 

Lo spettacolo Fontane Danzanti

 

Sulle feste è intervenuto anche Francesco Paolo Ricci, capogruppo in Consiglio Comunale del Partito Democratico. "A nome personale e del gruppo consigliare del Partito Democratico che rappresento nel Consiglio Comunale, desidero esprimere i complimenti a Nicola Pice ed agli amici del comitato Feste Patronali 2016 per gli eventi civili organizzati in questi giorni. Li ringrazio per l'impegno profuso, per la passione manifestata, per la dimostrazione dell'attaccamento alla città ed alla comunità bitontina. La partecipazione dei cittadini alle varie manifestazioni conferma la bontà delle scelte operate dal comitato e ci stimola a proseguire in questa direzione con sempre maggior entusiasmo ed impegno - ha scritto in una nota inviata alla stampa - Un grazie particolare va a quanti, aziende e semplici cittadini, hanno contribuito a sostenere economicamente le varie iniziative che spesso si sono caratterizzate anche per la loro originalità e capacità di coinvolgimento".

Una festa che ha viaggiato molto sul web. Al di là della visibilità avuta su numerosi portali mediatici pugliesi sono stati in tanti a raccontare la "propria festa" sui social network. Forse fin troppo: basti pensare che la rete di connessione H3G è andata in tilt a Bitonto nella serata del 25 maggio, durante lo scoprimento del quadro. Reti intasate, dunque, come confermano le migliaia di accessi per le dirette dello scoprimento del quadro, dell'accensione delle luminarie e del passaggio della processione da Porta Baresana offerte da BitontoTV, in collaborazione con Go Streaming. Più di quattromila contatti tra il sito web e la pagina Facebook, a cui vanno sommate le decine di migliaia di visualizzazioni delle repliche caricate sul web.