Con le feste patronali ritorna FlataTùm

di La Redazione
Cultura e Spettacoli, Feste Patronali 2016
18 maggio 2016

Con le feste patronali ritorna FlataTùm

Il festival bandistico celebrerà il 160esimo anniversario della nascita di Delle Cese

Tre giorni per celebrare il 160° anniversario della nascita del m° Davide Delle Cese , con una serie di iniziative promosse dall'Associazione Musicale Culturale bitontina che porta il suo nome, in collaborazione con il Comune di Bitonto e il Comitato Feste Patronali "Maria SS. Immacolata". Tutto questo è "FlataTùm", il festival bandistico che alla sua seconda edizione vedrà convergere a Bitonto diverse orchestre di fiati, fanfare, bande civili e militari della nostra provincia.

Fra parate, concerti e conferenze tematiche, gli eventi del 22, 28 e 29 maggio andranno ad arricchire il variegato cartellone legato alle annuali celebrazioni per le feste patronali, in onore di Maria SS. Immacolata. La rassegna nasce sotto la direzione artistica del maestro Vito Vittorio Desantis. Tutti gli appuntamenti saranno presentati da Domenico Schiraldi.

"La banda ha rappresentato nel tempo la massima forma di 'democrazia musicale' essendo l'organizzazione artistica più vicina ai cittadini e per questo motivo le istituzioni locali hanno manifestato da sempre particolare attenzione nei suoi confronti -  si legge nella presentazione del festival - Bitonto, in particolare, vanta una lunga ed importante tradizione bandistica e, cosa più unica che rara, ha dato i natali a diversi compositori e direttori d’orchestra che hanno mosso i primi passi proprio nella banda cittadina. Basti citare i celeberrimi nomi di Biagio, Ernesto e Gennaro Abbate, di Pasquale La Rotella, di Vincenzo Bellezza per comprenderne la portata ed il valore artistico".

Tutte le informazioni saranno pubblicate giornalmente sulla pagina Facebook "Davide Delle Cese Musica" e sul sito internet www.dellecese.it. L'ingresso agli eventi è libero e gratuito.

 

Programma:

22 Maggio 2016

ore 10.00: giro per il paese a cura dell'Orchestra Sinfonica di Fiati "Davide Delle Cese" con soste in piazza Cavour e in piazza Cattedrale;
ore 11.00 - Piazza Moro: breve concerto in cassa armonica a cura dell' dell'Orchestra Sinfonica di Fiati "Davide Delle Cese", con musiche del compositore pontecorvese, diretto dal m° Vito Vittorio Desantis;
ore 12.00 - atrio di Palazzo Gentile: scoprimento della targa commemorativa alla presenza della autorità civili e religiose bitontine e di rappresentanti pontecorvesi e leontini con l'esecuzione del celeberrimo Scherzo Marciabile "Inglesina";
ore 12.15 - Sala degli Specchi: breve conferenza sul tema "Davide Delle Cese, un bitontino d'adozione", a cura del prof. Stefano Milillo, del m° Massimo Adamo Lancia, del m°Massimiliano Santoro e di Marco Perazzoni, bisnipote del m. cav. Davide Delle Cese.

28 Maggio 2016


ore 09.30: Giro per le vie della città dell' Ass. Musicale "Bassa Musica" città di Bitonto;
ore 10.15 - Piazza Moro: breve esibizione dell'Ass. Musicale "Bassa Musica" città di Bitonto;
ore 10.30 - Corso Vittorio Emanuele: parata della Fanfara "Bersaglieri" Ruvo di Puglia; ore 11.30 - Piazza Moro: concerto in cassa armonica diretto dal m° Rino Campanale; ore 18.30 - Porta Baresana: concerto a cura dell'Orchestra "Monterisi"
ore 19.30: giro per le vie della città a cura dell' Ass. Musico-culturale "Nicola Cassano" Città di Ruvo di Puglia (BA);
ore 20.00 - Piazza Moro: concerto in cassa armonica diretta dal m° Gennaro Sibilano.

29 Maggio 2016

ore 10.00: giro per le vie della città a cura dell' Ass. di promozione sociale "Amici della musica" di Toritto (BA);
ore 10:30 - Piazza Moro: concerto in cassa armonica diretta dal m° Domenico Morea;
ore 11.30 - Corso Vittorio Emanuele: parata della Junior Band Città di Turi/Noicattaro (BA);
ore 12.00 - Porta Baresana: esibizione a cura della Junior Band Citta di Turi/Noicattaro (BA);
ore 18.30: giro per le vie della città a cura del Gran Concerto Bandistico Città di Rutigliano (BA);
ore 19.30 - Piazza Moro: concerto lirico-sinfonico in cassa armonica diretta dal m° Giuseppe Gregucci.