Un briefing sui fondi FESR per l'ospedale con il dg ASL e autorità bitontine

di La Redazione
Politica, Cronaca
30 aprile 2016

Un briefing sui fondi FESR per l'ospedale con il dg ASL e autorità bitontine

Si è tenuto ieri in vista della riunione operativa di lunedì prossimo

Il direttore generale della ASL Bari, Vito Montanaro, ha partecipato ad un incontro con i funzionari dell'Azienda Sanitaria, alla presenza del sindaco di Bitonto Michele Abbaticchio, del consigliere regionale Domenico Damascelli e della presidente del Comitato Consultivo Misto della Asl Bari Marilena Ciocia, per fare il punto della situazione sugli interventi predisposti con i Fondi FESR 2007-2013 e per condividere gli indirizzi relativi alle opere da programmare con il prossimo ciclo dei Fondi FESR 2014/2020. "In merito alla pianificazione delle opere realizzabili - ha spiegato il dg - con i vecchi Fondi è fondamentale concludere tutte le procedure entro il 31 Dicembre 2016 in modo da ottenere la copertura integrale dei fondi comunitari ottenuti. Cosi come ho voluto pubblicizzare gli indirizzi per gli investimenti da programmare con i Fondi FESR 2014-2020 partendo da una condivisione di massima dei rappresentanti della comunità di Bitonto. A proposito delle progettualità da finanziare con i Fondi FESR 2014-2020 va sottolineato – ha aggiunto – che bisogna farsi trovare pronti all'appuntamento in modo da recepire e dare seguito a quanto la Regione Puglia stabilirà nei prossimi provvedimenti regionali. Più sono chiari e precisi gli indirizzi e prima sarà possibile candidare le opere e realizzare gli interventi migliorativi presso il Presidio di Bitonto".

"Partiamo certamente da ciò che è stato fatto sino ad ora. La superficie del Presidio Territoriale Assistenziale di Bitonto è pari a circa 4.000 metri quadri. Con i finanziamenti FESR 2007/2013 abbiamo ristrutturato molte aree del Presidio – ha illustrato il dg ASL – con i prossimi fondi a disposizione puntiamo a migliorare gli aspetti legati alle norme anti-incendio e anti-sismiche; ampliare e ristrutturare la stecca chirurgica attivando la seconda sala operatoria con osservazione breve del paziente aumentando la funzionalità degli ambulatori e investendo dunque su un potenziamento per le attività di reparto in day service e per l'attività ambulatoriale; potenziare i percorsi diagnostico-terapeutici con la possibilità di introdurre servizi di riabilitazione (neuropsichiatria infantile). Scopo principale degli investimenti che realizzeremo con i fondi FESR 2014/2020 sarà quella di ridurre il costo dei fitti passivi a carico della ASL Bari sul territorio di Bitonto rendendo possibile un risparmio di risorse grazie al quale migliorare l'offerta sanitaria. Il ciclo di finanziamenti 2014/2020 - ha continuato il dottor Vito Montanaro - ci darà certamente l'occasione di associare ai miglioramenti strutturali anche investimenti in attrezzature e macchinari. Per perseguire gli obiettivi sino a qui elencati è stata predisposta su mia indicazione la creazione di un gruppo di lavoro di dipendenti del Presidio Territoriale Assistenziale di Bitonto a cui ho affidato il compito di redigere e definire entro fine Maggio un quadro di ricognizione organico. Con la disponibilità dei medici di base operanti nel territorio della città di Bitonto – ha concluso – è possibile immaginare all'interno del Presidio Territoriale Assistenziale l'inserimento di un Centro Polifunzionale Territoriale (CPT) in modo da elevare ulteriormente lo standard di assistenza verso il territorio".

"Un briefing preparativo - secondo Domenico Damascelli - alla riunione operativa che terremo lunedì con i rappresentanti istituzionali a cui ho invitato il direttore generale dell'Asl di Bari, il sindaco di Bitonto, i consiglieri comunali della Commissione paritetica sulla sanità, il presidente del Comitato Consultivo Misto della Asl Bari, il responsabile dell'Ufficio distrettuale della Medicina Generale del distretto ed il presidente della Consulta del Volontariato del Comune di Bitonto. L'incontro è finalizzato a preparare un protocollo condiviso che preveda la perfetta organizzazione della struttura territoriale cittadina per l'erogazione di servizi sanitari efficienti destinati al bacino di utenza di Bitonto – Palo del Colle. Ho anche trasmesso la comunicazione relativa alla riunione al presidente della Giunta regionale, nonché assessore alla Sanità, Michele Emiliano ed al direttore del Dipartimento regionale per la Promozione della Salute Giovanni Gorgoni, affinché possano seguire direttamente l'evolversi dei lavori istituzionali. È un primo passo – è la speranza di Damascelli - per chiedere cure adeguate ai cittadini bitontini, dopo una lunga stagione di progressivi e continui tagli al servizio".