Il Vostok pronto a partire per un viaggio ai confini dell’Europa

Federica Monte
di Federica Monte
Cultura e Spettacoli, Video
23 aprile 2016

Borders è il nuovo progetto di Lorenzo Scaraggi

Sven Hedin LT28 è un modello di camper della Volkswagen del 1982. Uno degli esemplari rimasti è di un bitontino, Lorenzo Scaraggi che lo ha ribattezzato Vostok, come fanno i marinai con le proprie barche. Una volta saliti a bordo il tempo sembra fermarsi. La prospettiva visiva cambia. Il rumore del motore, i sedili vintage, il grande parabrezza sono interstizi dai quali figura il profumo di avventura. Sorride il guidatore mentre è alla guida della sua nave a quattro ruote e parla con la gioia e la speranza tipica di chi sta per partire.

Lorenzo è un ragazzone a cui stanno strette le definizioni. È laureato in Lettere, giornalista, fotografo, ma soprattutto viaggiatore. Viaggia sin da bambino, ha visitato posti come la Bosnia, l’Iraq, la Striscia di Gaza e la Cina come fotoreporter, mentre con il Vostok – questo camper démodé – e il suo compagno di viaggio Peppino Guardapassi, è stato in tutta Europa arrivando sino in Cappadocia e a Capo Nord. Il sogno di tutta la vita è però quello di compiere il giro del mondo. 

Lo scorso anno ha percorso 200 km a piedi per giungere a Itaca partendo da Igoumenitsa, quest’anno è pronto per il viaggio che ha definito “Borders”: 20000km ai confini dell’Europa, attraversando più di 20 Stati. Questa volta è solo, ma durante le fasi preparatorie è stato aiutato da Simona Incerto, suo braccio destro, e da Chiara Tedone per le grafiche. «L’idea all’origine del progetto Borders è proprio quella di mostrare quanto un confine in realtà sia una linea di congiunzione, un melting pot, un miscuglio di punti di contatto, una ricchezza» si legge sulla pagina di atterraggio della raccolta fondi, partita da qualche giorno, con la quale Lorenzo tenterà di raccogliere 6000 € necessari ad affrontare numerose spese. Tutti sono chiamati ad aiutarlo e in proporzione alla loro donazione riceveranno numerosi premi, tra i quali anche la possibilità di essere ospiti a bordo del Vostok.