'Pene d'amor perdute', la commedia del Bardo in scena al Teatro Traetta

Elita Farella
di Elita Farella
Cultura e Spettacoli
14 marzo 2016

'Pene d'amor perdute', la commedia del Bardo in scena al Teatro Traetta

L'opera è stata riproposta in chiave anni '40 durante la wwWilliamShakespeare

Si è conclusa la scorsa domenica la settimana dedicata al più grande poeta e drammaturgo inglese, William Shakespeare. L'evento "Week With William Shakespeare", giunto alla sua quarta edizione, si è svolto grazie al patrocinio del Comune di Bitonto in collaborazione con Fatti d'Arte, la cooperativa Ulixes , la cooperativa Argo, la Fondazione Santi Medici e gli esercenti commerciali del centro antico della città.
Durante la "full immersion", che ha avuto come protagonista il "Bardo", nei vari locali del centro storico si sono tenuti concerti dei che hanno toccato i temi affrontati dal noto poeta nelle sue opere, rivisitati in maniera artistica e creativa.

L'evento cardine della settimana shakespeariana è stato senza dubbio lo spettacolo "Pene d'amor perdute" tenutosi presso il Teatro Traetta. L'opera è stata portata in scena dalla compagnia "Fatti d'Arte" con la regia di Raffaele Romita, allievo presso la "London Music Accademy of Drama". La pièce è stata rivisitata soprattutto per ciò che concerne musica e costumi che si rifanno agli anni '40. Le note di "Diamonds are A Girl's Best Friend" della celebre Marilyn Monroe sono inconfondibili, così come il ritmo swing di "oh Johnny, oh Johnny!" famosissima in quegli anni.

Tuttavia, comprendere la trama dell'opera è quasi una sfida, non per nulla questa è una delle opere meno rappresentate di Shakespeare. I dialoghi sono rapidi e serrati; i giochi linguistici e retorici sono incalzanti,le parentesi comiche, seppur dense di spirito, tendono a far perdere allo spettatore il filo conduttore dell'opera.

A commuovere è il finale, il re Ferdinando di Navarra, assieme ai suoi tre fedeli uomini, viene scoperto per essersi finti moscovita, al fine di intrattenere la principessa Caterina di Francia e il suo seguito, che inizia a burlarsi di loro. Gli uomini vengono dunque allo scoperto dichiarando il loro amore ognuno per la propria prescelta. Assicuratesi che non si tratti di una beffa e rapite dal sincero amore degli uomini, Caterina e le sue dame chiedono di pazientare un anno per piangere il lutto del re (morto durante la loro permanenza in Spagna) al termine del quale se i sentimenti dei tre uomini saranno ancora vividi,la loro promessa d'amore sarà ricambiata. Sebbene la pièce non termini con il fatidico "sì", Pene d'amor perdute è una commedia che ha come tema centrale l'amore e la sua inaspettatezza nel manifestarsi.