Mundo alla maggioranza: ‘I voltagabbana cercateli altrove’

Savino Carbone
di Savino Carbone
Politica
25 marzo 2016

Mundo alla maggioranza: ‘I voltagabbana cercateli altrove’

Il capogruppo PSI replica alle recenti accuse lanciate dalla maggioranza

Il documento redatto dalla maggioranza in Consiglio Comunale contro il PSI non è piaciuto al capogruppo del partito a Palazzo Gentile, Franco Mundo. Il consigliere, in una contro-nota diffusa nelle scorse ore, è tornato nuovamente all'attacco della coalizione, che ha accusato i socialisti di essere pronti ad "un cambio di casacca che sembra imminente e purtroppo programmato da tempo".

Oggetto della nota è la mancata anticipazione, durante lo scorso Consiglio, del punto all'ordine del giorno relativo alla variante dell'art. 22 delle N.T.A.. Un tema caro a Mundo, che un anno fa si era fatto promotore di una petizione popolare assieme al suo partito e all'associazione Colibrì per la modifica della norma, che consentiva di realizzare discariche in cave esaurite. La richiesta di anticipazione, proposta proprio dai socialisti, era stata rigettata dalla maggioranza e in molti dall'opposizione avrebbero visto nel diniego un modo per anticipare la votazione sulla Presidenza del Consiglio.

"Un provvedimento di fondamentale importanza politica e di partecipazione civica approdato in aula per effetto di una sottoscrizione popolare - scrive Mundo - la prima nella storia della città, stimolata e incoraggiata dal PSI, portata avanti dall'associazione COLIBRI' – ATAS e alla quale aderirono altre associazioni, cooperative agricole, professionisti, comuni cittadini e diversi esponenti di varie forze politiche tra cui il PD, tra i pochi soggetti politici ad aderirvi ufficialmente". Il rinvio, a detta del socialista, "non ha consentito ad una rappresentanza di cittadini che l'avevano sottoscritta e promossa, di assistere alla discussione in aula. Cittadini che erano già venuti in Municipio nella seduta precedente, ma furono costretti ad andar via per effetto del rinvio dovuto all'assenza del Sindaco". "Questo è il comportamento tenuto da alcuni rappresentanti eletti nei confronti della vera partecipazione popolare e democratica e dei loro stessi elettori!" polemizza Mundo.
"Si è voluto dare "uno schiaffo" al PSI o al suo capogruppo?" si chiede, "no di certo, avete dato uno schiaffo alla città con un comportamento capzioso e infantile ...da ragazzino viziato".

Il capogruppo PSI analizza anche la recente attività amministrativa del gruppo: "Per quanto concerne la nostra partecipazione alla vita amministrativa e alle responsabilità che ci siamo assunti, desidero precisare che il PSI non ha mai fatto mancare il suo voto favorevole su tutti i provvedimenti approdati in aula fino ad oggi: bilanci di previsione, consuntivi, assestamenti, regolamenti, varianti urbanistiche, ecc.. E su alcune motivazioni di voto favorevole, ma sofferto, rivendichiamo non solo il diritto, ma il dovere che hanno le rappresentanze elette di manifestare i dubbi, le ansie e tal volta la sofferenza raccolta tra i nostri concittadini".
Lo stesso "Assessore al Welfare, espressione del PSI, ha dimostrato grande spirito di servizio coadiuvando sin dall'inizio del mandato il personale dei Servizi Sociali, ricevendo la gente quasi quotidianamente. Persone molto spesso esasperate da una crisi economica che non ha precedenti dal "45 ad oggi. Ha ridato fiducia e ristabilito un sano spirito di squadra nel personale di quegli uffici, ha avviato la P.U.A., ha elaborato con la collaborazione e la professionalità che contraddistingue alcuni nostri compagni di partito, il nuovo Regolamento dei servizi sociali discusso poi nella commissione competente e approvato dal Consiglio Comunale, ha ristabilito corretti rapporti di collaborazione con i vari soggetti del Terzo settore, del volontariato, ecc..".
"Ostaggio di se stesso - è la contro-accusa di Mundo - è qualcuno che per lungo tempo è andato ad arroccarsi a Via Dossetti ritenendosi assediato dalla gente".

"In quanto alle "dichiarazioni" di prontezza a collaborare riconosco che non le abbiamo mai fatte! No!Siamo andati sempre oltre! Abbiamo collaborato e lavorato sodo senza aspettare che qualcuno ce lo chiedesse o imponesse - continua - Lo abbiamo fatto e basta. In silenzio e senza clamori: in Terza Commissione, in Commissione Affari Istituzionali e in collaborazione con vari Uffici, dando sempre conto in maggioranza e chiedendo collaborazione e proponendo condivisioni". Segue l'elenco degli interventi che hanno visto protagonisti i socialisti: "mappatura delle aree interessate dall'abbandono dei rifiuti nelle periferie e campagne in collaborazione con la Polizia Locale; segnalazione e denuncia alle autorità di P.S. di siti inquinati, di abbandono e combustione di rifiuti (Dossier sull'abbandono dei rifiuti); elaborazione di un nuovo regolamento per i passi carrabili; elaborazione del Regolamento per le manomissioni del suolo pubblico; organizzazione e partecipazione all'Operazione "Pneumatici STOP 2" conclusasi con la raccolta di circa 40 ton di pneumatici, in collaborazione con A.S.V.s.p.a, Rosa Blu e altri; relazione della Terza Commissione sull'edilizia scolastica (S.M. Cassano ed altre); relazione sulla mancata realizzazione del tronco fognario di Via Amm. Vacca a causa della presenza dello steccato all'altezza del civico 115; elaborazione delle delibere di Consiglio comunale aventi ad oggetto rispettivamente una la variante all'Art. 22.1.c e l'altra tendente a chiedere procedure semplificate per lo smaltimento di piccole strutture in fibra d'amianto; elaborazione del Regolamento della Toponomastica e numerazione civica; elaborazione del Regolamento comunale sulle Zone blu".

"Di che cose ci volete accusare? Di aver supplito a qualche assessore assente o in stand by? Non solo siamo stati leali con la coalizione, ma siamo stati leali e fedeli soprattutto con la città. Questo è ciò che conta e contraddistingue - chiude Mundo - Il resto sono beghe da comari che non ci appassionano e che lasciamo ad altri".