DPP. I Grilli difendono l'Amministrazione e attaccano il PD

di La Redazione
Politica, Cronaca
18 marzo 2016

DPP. I Grilli difendono l'Amministrazione e attaccano il PD

Bene 'la collaborazione con istituzioni pubbliche'. E l'Ordine degli Ingegneri sostiene gli Architetti

Bene avrebbe fatto l'Amministrazione a rivolgersi al Politecnico di Bari per l'affiancamento gestionale e formativo nell'iter di redazione del Documento Programmatico Preliminare al Piano Urbanistico Generale. Lo sostengono i Grilli Bitontini che attaccano il Partito Democratico locale, colpevole di aver sostenuto l'Ordine degli Architetti della provincia di Bari nella polemica avviata sulla vicenda contro Palazzo Gentile e l'assessore Nico Parisi.

"Non senza stupore assistiamo in questi giorni ad un insolito attivismo del locale PD impegnato, indovinate in cosa? Ad appoggiare una protesta dell'Ordine degli Architetti che, come tutti sappiamo, è una nota Onlus dedita alla tutela non tanto dei propri iscritti quanto del povero ed indifeso cittadino che, non sia mai, potrebbe vedere i suoi problemi egregiamente risolti a cura di una malfamata Istituzione pubblica come l'Università, chiamata, udite udite, a fornire le proprie competenze in materia di assetto del territorio avvalendosi delle ultime novità in materia di urbanistica e non solo" scrivono gli attivisti in una nota diffusa alla stampa. D'altronde "che l'Ordine degli Architetti ed Ingegneri protesti, per questa scelta dell'amministrazione, sta nell'ordine delle cose", ma "perché invece si preoccupino i nostri concittadini della "pescara", un po' meno... forse!".

"Si potrà, in qualche modo, coinvolgere un'istituzione pubblica in un processo come il PUG (Piano Urbanistico Generale) magari risparmiandoci anche qualche soldino e facendo lavorare qualche ricercatore ( altra subdola categoria che da sempre affama la cittadinanza)?" si chiedono i Grilli. Di qui la domanda pungente: "Ma la difesa e valorizzazione dei ricercatori universitari è sparita dai programmi del PD?".

Una scelta, quella dell'Amministrazione - verso cui "non siamo e non saremo teneri" specificano dal gruppo - che potrebbe contenere l'influenza dei centri di interesse: "Infatti ci riesce difficile comprendere quale sia il documento che porrebbe ricevere la cittadinanza da una scelta siffatta, mentre ci riesce abbastanza agevole comprendere che influenzare una istituzione universitaria a tener conto di interessi di piccolo cabotaggio possa risultare un poco più difficile che visitare uno studio privato ed indicare, quali sono le aree di interesse particolareggiato".

"Riteniamo che quella della collaborazione con istituzioni pubbliche, per il bene pubblico - scrivono i Grilli - sia una giusta via da percorrere e promuovere per tutelare il bene comune dai troppi appetiti in agguato".

Sulla vicenda si aggiunge anche l'intervento dell'Ordine degli Ingegneri della provincia di Bari che, sulla scorta di quanto segnalato dagli Architetti, ha chiesto all'Amministrazione di "disporre l'annullamento della procedura in oggetto e la risoluzione della sottesa convenzione con il DICAR per renderla rispettosa della normativa vigente".