A Bitonto si fa freestyle con la prima edizione di 'Svuota il cash'

Massimiliano Dilettuso
di Massimiliano Dilettuso
Cultura e Spettacoli
19 marzo 2016

A Bitonto si fa freestyle con la prima edizione di 'Svuota il cash'

Il contest rap è stato organizzato da Panico e Red Hat

Si è svolta lo scorso giovedì, presso l'Heritage Cafè, la prima edizione del contest "Svuota il cash" organizzata dai bitontini Panico e Red Hat, da tempo attivi nella scena rap nostrana. Notevole l'affluenza di ragazzi amanti della cultura hip hop che hanno trascorso una serata all'insegna del freestyle - componente essenziale dell'hip hop che consiste nell'improvvisare rime sostenuti da una beat (base musicale, ndr) -.

Ben trenta promettenti rapper pugliesi hanno partecipato alla sfida – alcuni di loro giovanissimi – e si sono contesi il titolo di vincitore dinnanzi alla giuria composta da Panico e Matador. Nel finale, ha trionfato il rapper biscegliese Bug ai danni del bitontino Redrum, classificatosi secondo al termine di una sfida molto combattuta. Il vincitore, oltre ad un premio pecuniario, ha diritto ad un beat inedito prodotto da Red Hat e la possibilità di essere tra i giudici della prossime edizioni della competizione.
Il prossimo appuntamento con l'hip hop bitontino è per il 1 aprile in un live d'eccezione che vedrà esibirsi, nell'Old School Cafè, il già citato Panico con altri due rapper della scena barese: Walino, dei Bari Jungle Brothers, e Comagatte.

BitontoTV ha intervistato Panico, alias Vito Acquafredda, rapper bitontino classe 1990, vincitore regionale di tre edizioni del contest "Tecniche Perfette" e autore di un disco da solista intitolato "Niente panico" che ha aperto i concerti di alcuni importanti esponenti del hip hop nazionale come Kaos One, Bassi Maestro, Vacca, Speaker Cenzou, 'O Zulù dei 99 Posse e Valerio Jovine.

 

Qual è lo scopo principale di "Svuota il cash"?

Lo scopo principale del contest è proprio quello di condividere insieme questa passione per il rap. Infatti, con questa competizione ho voluto riunire tutti i ragazzi che hanno la mia stessa passione facendoli confrontare tra di loro ovviamente con rispetto e con quel pizzico di competitività che ci vuole sempre.

 

Pensi che questa sia una buona chance che permetta ai rapper emergenti di farsi notare?

Io penso di si perché i contest aiutano a farsi conoscere dalla gente e a mostrare la propria bravura. Io posso affermare che, grazie anche alla visibilità di alcuni importanti contest di freestyle regionali come il tecniche perfette, sono riuscito a farmi conoscere nella scena rap pugliese.

 

Come pensi possa un ragazzo appassionato di hip hop avvicinarsi a questa cultura anche se non vive in grosse città? Che consigli gli daresti?

Il consiglio che do ai ragazzi meno fortunati, che abitano in piccole frazioni di paesi e che quindi non hanno la fortuna di organizzare eventi simili, è di spostarsi e di viaggiare molto non solo in Puglia ma anche fuori. Forse sarà difficile, ma queste sono esperienze che ti fanno crescere perché riesci a conoscere molta gente. L'altro consiglio che do ai ragazzini che si stanno avvicinando al mondo del rap è soprattutto di mettersi in gioco nei contest e di non rimanere chiusi in cameretta.

 

Sei soddisfatto del panorama hip hop bitontino o pensi che si possa migliorare?

Sinceramente, non mi piace parlare di altre persone che fanno rap qui a Bitonto perché penso al mio. Però, posso affermare con certezza che ci sono molti ragazzi con un grande talento che hanno bisogno di una spinta ed io, nel mio piccolo, cerco di dargli una mano. Infatti, anche se a volte sono impegnato con le mie serate, sono sempre in strada a far freestyle con loro.

 

Avete già dei progetti per il futuro?

Si. Vorrei continuare con questa iniziativa e vorrei portare questo contest "Svuota il cash" avanti in altre edizioni proprio per dare la possibilità ai ragazzi di farsi conoscere anche fuori da qui. Comunque sto lavorando per il mio secondo disco, all'interno ci saranno molte sorprese e alcune collaborazioni veramente massicce. Speriamo bene!