Speciale Sanremo: Prima Serata

Rocco D'Ingillo
di Rocco D'Ingillo
Lo spoiler, Speciale Sanremo
10 febbraio 2016

Speciale Sanremo: Prima Serata

Il commento della serata d'esordio del Festival a cura di Rocco D'Ingillo

La prima serata della 66esima edizione del Festivàl della Musica italiana si è conclusa senza grossi colpi di scena. Un'edizione che non promette fuochi d'artificio, almeno fino a questo momento. La conduzione di Carlo Conti è come al solito ordinata e precisa, e ha un ritmo funzionale anche se spesso poco visibile. Promossa Virginia Raffaele nel ruolo di co-conduttrice, nei panni di una esuberante Sabrina Ferilli, così come lo è anche la valletta Madalina Ghenea, di bella presenza (ed è anche riduttivo) e spigliata al punto giusto, restando comunque sempre elegante. Bocciato, invece, Gabriel Garko, totalmente spaesato e impacciato sul palco dell'Ariston.

Tra gli ospiti, lascia un po' d'amaro in bocca (inaspettatamente) la performance di Aldo Giovanni e Giacomo, in scena con un loro cavallo di battaglia, ma senza lo smalto che li ha sempre contraddistinti. E, in generale, un po' tutto il comparto comico del Festival (eccezion fatta per Virginia Raffaele e per il sempreverde Rocco Tanica, oltre alla frizzantissima conduzione di Nicola Savino e della Gialappa's Band nel DopoFestival) risulta leggermente sottotono rispetto agli scorsi anni.
Simpatica, nostalgica e molto, molto, molto lunga, l'esibizione di Laura Pausini, impegnata anche in un duetto con se stessa nel 1993, anno in cui vinse il Festival.

L'arrivo di Elton John sul palco dell'Ariston è stato accolto molto calorosamente dal pubblico, e il talento del cantante inglese ci ha messo davvero poco a spegnere le sterili polemiche alimentate nelle scorse settimane da Adinolfi, Gasparri e altri esponenti politici aderenti al Family Day. Standing ovation e commozione hanno accompagnato le esibizioni dei capolavori "Candle in the wind" e "Sorry seems to be the hardest word". Alla fine, la musica sembra aver messo tutti d'accordo.

Tra gli ospiti anche il cantante francese Maitre Gims con il successo "Est ce que tu m'aimes".

Per quanto riguarda le canzoni portate in gara e i concorrenti, per ora ancora nessun pezzo davvero esaltante, anche se Rocco Hunt con la sua "Wake Up" sembra aver colpito il pubblico e non solo. Bluvertigo disastrosi, con un Morgan in condizione pietosa, quasi afono. Arisa porta un pezzo molto sanremese, anche se si è presentata con una specie di pigiama.

A rischio eliminazione per ora ci sono Irene Fornaciari (la figlia di Zucchero), i Dear Jack, i disastrosi Bluvertigo e, a sorpresa, Noemi. Che verrà però sicuramente ricordata per aver terminato la sua performance con uno "Stà senza pnzjer", citando "Gomorra – La serie", il tutto frutto di una scommessa con i The Jackal.
Un Festival dunque nato sotto qualche polemica, che per il momento sembra essersi placata. Anche se, a dirla tutta, dei nastri arcobaleno hanno accompagnato la maggior parte degli artisti per quasi tutta la serata. Il dibattito sulle unioni civili sembra essere in questo modo parte integrante di questa edizione del Festival di Sanremo, e potrebbe accompagnarci anche nelle prossime serate.