Martedì a Roma la presentazione di 'Dipendi da te' con Guaccero e Mezzapesa

di La Redazione
Cultura e Spettacoli
25 febbraio 2016

Martedì a Roma la presentazione di 'Dipendi da te' con Guaccero e Mezzapesa

Il progetto sarà dedicato ai minori a rischio. Intanto il Sindaco relazionerà alla Luiss sulle buone prassi della legalità

Martedì 1° marzo, alle ore 11, nella Sala Rossa di Palazzo Baldassini, in via delle Coppelle, 35 a Roma si svolgerà la conferenza stampa di presentazione del progetto "Dipendi da te - Il teatro contro tutte le forme di dipendenza". Il progetto ideato dall'Ambito sociale dei Comuni di Bitonto e Palo del Colle, in provincia di Bari, e realizzato in collaborazione con Avviso Pubblico, l'associazione nazionale degli enti locali e regionali impegnati nella formazione civile contro le mafie e l'illegalità, mira a promuovere il contrasto, attraverso il teatro, alle dipendenze, con particolare riferimento alla ludopatia. Il teatro, quindi, come strumento di ricerca e scoperta del come si possa imparare a dipendere da se stessi, a conquistare il controllo del proprio essere e della propria mente. Alla conferenza stampa saranno presenti l'attrice Bianca Guaccero, il regista Pippo Mezzapesa, i sindaci di Bitonto e Palo del Colle, Michele AbbaticchioDomenico Conte, e il coordinatore nazionale di Avviso Pubblico, Pierpaolo Romani.

"Dipendi da te" punta a formare giovani apprendisti del mondo del teatro, fornendo loro la preparazione di base nei settori principali, che caratterizzano la produzione di uno spettacolo teatrale: dalla regia alla drammaturgia, dalla recitazione alla scenografia, dall'illuminotecnica al tecnica del suono, dal trucco al parrucco teatrali, sino alla promozione, comunicazione e gestione manageriale di uno spettacolo. La società che si è aggiudicata il bando per gestire le attività di formazione dei ragazzi è la D.Anthea, agenzia formativa pugliese senza scopo di lucro.

L'obiettivo finale del progetto è quello di realizzare un'opera teatrale attraverso l'attivazione di un laboratorio artistico formativo della durata di sei mesi riservato ai circa 70 studenti provenienti dalle scuole superiori che, dopo attenta valutazione da parte degli operatori scolastici e dei professionisti psicologi del SERT, che hanno gestito la fase della selezione, sono risultati presentare una spiccata sensibilità al tema delle dipendenze e/o essere più a rischio di svilupparne. L'opera verrà messa in scena presso i teatri che si renderanno disponibili a "comprare" lo spettacolo. La partecipazione di Bianca Guaccero, attrice molto nota a livello nazionale, potrà dare maggiore slancio alla distribuzione dell'opera su larga scala.

La prima dello spettacolo sarà allestita al Teatro Comunale "Tommaso Traetta" di Bitonto, comune capofila dell'Ambito sociale. Successivamente il lavoro teatrale dei ragazzi potrà essere veicolato attraverso la rete del Teatro Pubblico Pugliese e dei teatri che fanno "cultura solidale" in campo nazionale, grazie al circuito dei comuni aderenti ad Avviso Pubblico. Il prodotto artistico finale servirà a sensibilizzare l'opinione pubblica sulla necessità di rinunciare a qualsiasi forma di dipendenza illegale che nutre la mafia di linfa economica vitale. E a lanciare questo messaggio saranno proprio i ragazzi più a rischio.

Lunedì 29, invece, sarà la volta di un seminario sulla gestione della sicurezza urbana e il potere di ordinanza del sindaco per la tutela della sicurezza urbana, organizzato dalla Luiss "Guido Carli" di Roma, a cui prenderà parte il primo cittadino Michele Abbaticchio

Numerosi gli spunti di riflessione che Abbaticchio proporrà agli studenti della prestigiosa università romana, a cominciare dalle buone prassi del Comune di Bitonto per la riappropriazione degli spazi sottratti alla illegalità, con la presentazione degli esempi di alcuni beni del centro antico della città, su tutti l'ex Convento di San Domenico, oggi affidati alla cogestione con cooperative sociali, per progetti che puntano a sottrarre al degrado alcune aree urbane. Quindi il Sindaco di Bitonto illustrerà i dettagli dell'ordinanza pilota firmata a novembre 2015 per limitare e vincolare l'apertura e l'attività delle case da gioco e delle slot machine. Una parte dell'intervento sarà, poi, riservato alle scelte di internalizzare i servizi comunali, per sottrarre a soggetti privati esterni la gestione di aree amministrative a forte contenuto economico.

Altro tema forte della relazione di Abbaticchio saranno le politiche per la promozione culturale della città, quale strumento di repressione della criminalità e di presidio territoriale a tutela della sicurezza e della qualità della vita dei cittadini. Il seminario è organizzato nell'ambito del Laboratorio di Politiche della Sicurezza e Governo del Territorio, curato per il Dipartimento di Scienze Politiche dalla prof.ssa Valentina Punzo.